In questa intervista tratta dalla diretta RVS del 12 novembre 2021, ascoltiamo la presidente dell’associazione Gabbie Vuote,  Mariangela Corrieri, che continua la sua riflessione sui danni provocati dagli allevamenti intensivi.

Oggi ci soffermiamo su una conseguenza che la FAO considera devastante a livello planetario: la fame nel mondo. Sembra un paradosso, ma la produzione intensiva di carne – con l'uso esteso di coltivazione di foraggio e della tecnica del disboscamento –  è portata avanti soprattutto a beneficio dei paesi ricchi, a scapito della produzione agricola che potrebbe sostenere (per quantità e costi) la parte più povera del mondo. Un atteggiamento neo-coloniale, ma che i consumatori più sensibili possono modificare con le loro scelte alimentari.

Produttori

,
Condividi