Il Messaggero Avventista – Settembre 2019

Il Messaggero Avventista – Settembre 2019
Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore del mensile “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di settembre. Nella rubrica “Una parola per oggi”, si conclude questo mese, con l’ultimo versetto, il commento dell’”Inno all’amore” di 1Corinzi 13. L’articolo ha per titolo: “«Ora dunque queste tre cose durano: fede, speranza, amore…» – Ma la più grande di tutte è Gesù Cristo”. “Mi nascondo… Aiuto!” riguarda il bullismo, problematica di cui sempre più parlano le cronache riportando casi che pesano come macigni sulla vita delle vittime. Infatti il sottotitolo dell’articolo recita: “Vergogna, paura e poca autostima nelle giovani vittime”. “L’età della psicoterapia – La reazione dell’uomo di fronte alle sfide della vita”, è un articolo secondo il quale le possibili soluzioni ai disturbi dell’anima stanno migrando, appunto, dalla religione alla psicoterapia. “Un solo Dio in tre persone” è il titolo della relazione presentata al Symposium sulla Trinità tenutosi alla Facoltà Avventista di Teologia di Firenze prima dell’estate. Quello della Trinità divina è un tema sul quale ci sono opinioni diverse nell’ambito della chiese cristiane. Si parte dall’accettazione di questa dottrina, e, passando per gradi e sfumature, si arriva in certi ambienti cristiani a negare la Trinità in maniera più o meno totale. Per approfondimenti, i nostri ascoltatori possono richiedere qui il libro “Il Dio che adoriamo – La misteriosa pluralità della divinità”. Intervista di Mario Calvagno.