Oltre 240.000 battesimi in tutto il mondo dal 2015.

Notizie Avventiste – Il progetto “Coinvolgimento totale dei membri” (Ctm) è un obiettivo centrale della strategia della Chiesa avventista espressa nel tema di questo quinquennio “I Will Go – Eccomi manda me”. Il Rapporto di Ctm, presentato la sera di venerdì 10 giugno alla sessantunesima Assemblea Mondiale 2022, ha evidenziato l’incredibile lavoro di missionari, dirigenti e laici nel portare le persone a Gesù negli ultimi sette anni. Ha inoltre mostrato quanto sia efficace la strategia Ctm per la Chiesa globale.

240.000 battesimi dal 2015 
Presentato da Duane McKey, assistente del presidente mondiale per Ctm e presidente di Adventist World Radio (Awr), da Ramon J Canals, direttore del Dipartimento Scuola del Sabato e Ministeri Personali presso la Chiesa mondiale, e da Cami Oetman, vicepresidente di Awr, la presentazione video di Ctm di quest’anno ha riassunto le tappe significative dal 2015 fino ad oggi e ha evidenziato il numero di persone battezzate in soli sette anni: oltre 240.000.

“Sappiamo che le Unioni, le Regioni, le Federazioni e le Missioni hanno tutte realizzato i propri progetti Ctm” ha affermato Duane McKey. Ha poi evidenziato le iniziative svolte dal 2015 a cominciare dal più grande evento sanitario svolto ad Harare, nello Zimbabwe; e poi gli altri progetti in Ruanda nel 2016, in Romania nel 2017, in Giappone e Zambia nel 2018, in India nel 2019, in Papua Nuova Guinea nel 2020 e nelle Filippine nel 2021.

Il “caso” Ruanda 
Nella sua presentazione sull’efficacia del Ctm, Raymon Canals ha riassunto una delle prime campagne svolte in Ruanda nel 2016, che ha ispirato “modelli di successo nella Regione Africa centro-est, in Europa dell’est, in Giappone e in molti altri Paesi”.

Organizzato dalla Regione Africa centro-est della Chiesa e dall’Unione avventista del Ruanda, il progetto è stato guidato dal presidente della denominazione mondiale, Ted N. C. Wilson, e dal suo assistente per il Ctm, Duane McKey. Ha anche coinvolto evangelisti laici provenienti da Africa, Europa e America. Il risultato è stato il battesimo di oltre 100.000 persone.

“Grazie al Ctm, ogni membro di chiesa è stato coinvolto, determinando una crescita mai realizzata da una singola iniziativa evangelistica nella denominazione” ha affermato Canals. Di conseguenza, quasi tutti in Ruanda ora sanno chi è la Chiesa avventista.

Il Ctm ha il potere dinamico di mobilitare e far crescere la Chiesa in tutto il mondo. “Abbiamo più persone che mai impegnate nella diffusione del vangelo” ha sottolineato Canals “Ovunque sia stato implementato il Ctm, le chiese sperimentano un enorme aumento dei battesimi… Vi è una maggiore consapevolezza della comunità e dei suoi bisogni… Molti più nuovi membri rimangono nelle chiese… Vi è più chiarezza di visione e unità di intenti”.

In Ruanda in particolare, Canals ha evidenziato un tasso di crescita del 22% a livello di Regione e l’80% del mantenimento dei nuovi membri. “Ciò avviene perché a ogni nuovo membro di chiesa viene assegnato un ‘tutore’ spirituale” ha spiegato “Inoltre, i membri appena battezzati partecipano a un corso di discepolato di sei mesi. Ognuno viene coinvolto in un piccolo gruppo o in un coro, e ogni membro è in azione nel dare studi biblici e nel far conoscere Gesù a una persona… il modo migliore per rafforzare la fede dei nuovi credenti è coinvolgerli”.

La crescita nel mondo 
Filmati coinvolgenti hanno mostrato la natura diversificata e multiculturale della Chiesa avventista e dei suoi membri. Dopo lo Zimbabwe e San Antonio nel 2015 e il Ruanda nel 2016, dirigenti, missionari e laici hanno visitato la Romania nel 2017 dove hanno predicato la serie di sermoni “Conto alla rovescia per la terra”. Utilizzando i telefoni cellulari per inviare lezioni della Scuola del Sabato a fattorie isolate, questa attività di testimonianza ha dato vita all’iniziativa “Evangelizzazione via cellulare” della Adventist World Radio, che continua a crescere.

Successivamente, nel 2018 si sono tenute più di 1.000 adunanze in tutta Tokyo e in Zambia, inclusi eventi sanitari, di evangelizzazione e studi biblici, che hanno portato al battesimo oltre 18.000 persone. Poi, in India, nel 2019, centinaia di residenti si sono fatti curare nelle cliniche gratuite istituite a Chennai e Calcutta, e sono rimasti anche alle conferenze evangelistiche presentate dal presidente Wilson e da altri predicatori. Nel 2020, si sono tenuti eventi sanitari ed evangelistici in Papua Nuova Guinea, il che ha portato la Regione Pacifico del sud ad essere l’unica al mondo a sperimentare un aumento dei battesimi nel 2020 (anno di inizio della pandemia).

“Le persone erano così entusiaste di organizzare questi grandi eventi del Ctm… e poi è arrivato il Covid… ma non si sono scoraggiate, quindi hanno comunque realizzato questi eventi da soli” ha affermato McKey “Abbiamo tante storie di intere chiese protestanti e altre, che hanno tolto le loro targhe e le hanno sostituite con quelle con il nome ‘chiesa avventista del settimo giorno’”.

Battesimo di 700 ribelli nelle Filippine 
Il progetto Ctm ha raggiunto un traguardo significativo nell’ultimo trimestre del 2021 quando 124.000 persone sono state battezzate a Mindoro, nelle Filippine.

“Incredibile” ha detto McKey. “A Mindoro era in corso una guerra… sulle montagne, i ribelli avevano ucciso 40.000 persone negli ultimi 50 anni. Poi la guerra è finita a causa del Ctm, a causa dell’evangelizzazione sulla salute e della condivisione del vangelo”.

Grazie all’evangelizzazione televisiva e radiofonica, due isole delle Filippine hanno ascoltato i sermoni predicati da Wilson e da altri. Tra gli ascoltatori vi erano anche 700 ribelli che avevano ucciso delle persone durante la guerra. Si sono convertiti a Gesù, hanno cambiato vita e sono stati anche battezzati. Ora stanno costruendo una chiesa e invitano altre persone della loro città ad aiutarli e ad essere battezzati.

Quest’anno, Città del Messico è l’obiettivo del Ctm.

Il modello del discepolato 
Un video intitolato “Grow Your Church” (Fai crescere la tua chiesa), presentato da Jim Howard, direttore associato di Scuola del Sabato e Ministeri Personali, ha mostrato il ciclo di crescita delle piante coltivate, dalla semina al raccolto, per illustrare la missione della Chiesa di fare discepoli. Le fasi delineate sono: preparare, piantare, coltivare, raccogliere, conservare.

“Lodiamo Dio che i membri della Chiesa avventista in tutto il mondo rispondono alla chiamata e si impegnano in ogni fase del ‘fare discepoli’”, ha detto Howard “Preparano il terreno del cuore con amicizia e servizio; spiantano semi di verità spirituale attraverso conversazioni, inviti, pubblicazioni e media; coltivano l’interesse spirituale con studi biblici personali e in piccoli gruppi. Raccolgono le decisioni di seguire Cristo ed essere battezzati con appelli sia personali sia pubblici; e preservano questo raccolto con un discepolato continuo e sistematico”.

Ogni fase del processo di raccolta è stata illustrata tramite una testimonianza video di avventisti da tutto il mondo, che sono attivamente coinvolti nel far conoscere Gesù nella loro collettività, usando modi creativi e innovativi. Alcuni punti salienti includevano l’evangelizzazione tramite l’amicizia in Romania (preparare), la distribuzione di messaggi attraverso il progetto Il gran conflitto della Chiesa mondiale pianificato nel 2023-2024 (piantare), nonché studi biblici, battesimi ed eventi comunitari per offrire nutrimento spirituale ai nuovi membri di chiesa in vari Paesi .

“Ovunque tu sia, qualunque possa essere la tua posizione nella vita, Dio ti chiama a far parte della sua missione. Il suo messaggio per te e per me è: ‘Gesù ritornerà presto, impegniamoci!'” ha concluso Howard.

Dio all’opera 
“Per oltre cinque anni ho assistito in prima persona alla potenza e alla grandezza della verità di Dio che cambia la vita” ha affermato Cami Oetman nel presentare alcuni dei punti salienti del ministero che il suo team ha vissuto nell’ultimo quinquennio. Dopo aver predicato più di 350 sermoni, Oetman è diventata una evangelista riconosciuta. Documentando oltre 100 testimonianze da tutto il mondo di laici impegnati nel mandato di Gesù, Oetman ha osservato che “ribelli, streghe, medium, signori della droga, prostitute, ladri e molti altri che una volta erano irraggiungibili… ora hanno accettato Gesù e il messaggio avventista”. Riaccendendo un fuoco per la missione nel cuore di molte persone, molti giovani e adulti hanno dedicato la loro vita alla missione e “testimoniano gli effetti a catena del coinvolgimento di una persona”.

Oetman ha anche raccontato le testimonianze di quattro persone che sono state battezzate venerdì sera all’Assemblea. Willy, membro dell’esercito filippino con 16 anni di servizio e protagonista del cortometraggio “The Executioner”, è diventato credente in Gesù grazie all’opera svolta da Awr a Mondoro.

Jerome, anch’egli un membro dell’esercito filippino da 16 anni, è entrato nelle acque battesimali. Era arrabbiato dopo l’omicidio di suo fratello e aveva cercato di vendicarsi contro le forze ribelli a Mondoro. Tuttavia, dopo aver osservato la squadra di Awr, era rimasto colpito dal numero di ribelli che deponevano le armi e davano la loro vita a Gesù. Aveva assistito al battesimo del suo ex bersaglio e nemico, e così Jerome aveva riconosciuto che “ciò che portano gli avventisti è un messaggio completo da parte di Dio”.

Dequan, cresciuto in una chiesa aconfessionale e rimasto orfano in giovane età, è stato battezzato dal past.  Byron Wright. Riflettendo sui passati momenti di disperazione, ha dichiarato: “Usavo marijuana, alcol e musica mondana per cercare conforto, quando invece avrei dovuto usare Dio per questo… Solo vivendo secondo la Parola di Dio, la vita è diventata più luminosa che mai, semplice ma più appagante”.

Omarielis è stata battezzata dal past. Gabriel Polino, come risultato della sua esperienza con i Ministeri Avventisti per la Gioventù. “Al giorno d’oggi, quando i giovani hanno così tante cose che attirano la loro attenzione, questa bellissima giovane donna ha scelto di prestare attenzione alla Parola di Dio”.

Che siano giovani o anziani, grandi o piccoli, “Dio può servirsi di chiunque” ha detto Oetman “Tutto ciò di cui hai bisogno è un cuore volenteroso. Tutti possono fare qualcosa”.

Gesù ritorna. Impegnati!

Clicca qui per vedere l’intero rapporto in inglese.

[Fonte: Ann. Foto: Tor Tjeransen/ Adventist Media Exchange (CC BY 4.0)]

Produttore

Condividi