In un recente sondaggio commissionato da Amnesty International e condotto in otto paesi da Ipsos Mori, il 23% delle donne intervistate in tutti i paesi  ha subito abusi o molestie online. Attualmente sono identificabili almeno sei forme di violenza e abusi. Si tratta di minacce, discriminazione, molestie, doxxing, condivisione di immagini sessuali e private senza consenso, troll. Come mai esiste questa grande diffusione online di violenza e abusi sulle donne? Cosa si può fare e cosa si sta facendo a livello mondiale per cercare di arginare questo fenomeno?

Mario Calvagno, caporedattore, e Carmen Zammataro, redattrice di RVS Roma, intervistano Laura Renzi dell’Ufficio Campagne della Sezione italiana di Amnesty International.

Produttore

Condividi