Matteo Salvini, durante il suo discorso al Senato in risposta a quanto detto dal premier dimissionario Giuseppe Conte, ha fatto chiari riferimenti alla religione cattolica, utilizzandoli come appoggio politico, oltre a baciare il rosario mentre Conte parlava.

Ci sono state reazioni contrarie a questi atteggiamenti di Salvini da parte di alcuni esponenti di rilievo del mondo cattolico, come il priore di Bose o come il direttore di “Civiltà Cattolica”.

Approfondisce questo tema il pastore Davide Romano, direttore del Dipartimento Affari Pubblici e Libertà Religiosa dell’Unione italiana delle chiese cristiane avventiste e curatore di questo editoriale periodico.

Immagine: https://tg24.sky.it/

Produttore

Condividi