L’Ayc22 è terminato, ma il viaggio è appena cominciato.

Notizie Avventiste – Le luci del Congresso della gioventù avventista europea (Ayc22) si sono spente da un po’, ma non senza aver regalato ricordi indimenticabili agli oltre 2.500 giovani che vi hanno preso parte a Lahti, in Finlandia.
“Dal gusto di Salmiakki, la liquirizia salata finlandese, al suono del grande coro che canta Side by Side. E dai pomeriggi baciati dal sole in un’estate finlandese insolitamente calda, al fresco che si trovava al porto, al lago e nella stanza della preghiera” scrive Vanesa Pizzuto di tedNews.

E poi riporta le impressioni di alcuni partecipanti.
“I piccoli gruppi sono stati la mia parte preferita del Congresso” dice Rut, dalla Grecia “Mi è piaciuto che siamo rimasti nello stesso gruppo per tutto il tempo, perché incontri le persone e ti avvicini a loro. Mi sono piaciuti anche i seminari, in particolare quello su ‘Crisi della fede’”.
A Gabriel, dal Brasile, è piaciuta la diversità e il multiculturalismo dell’evento: “Se partecipassi a un congresso in Brasile, incontrerei solo altri brasiliani. Qui sono stato a contatto con tante culture diverse!”.
La diversità è stata vista anche negli ingredienti e nel cibo servito al Congresso, come racconta Anna, dalla Grecia: “Sono rimasta sorpresa dal fatto che il porridge era gustoso, il cibo qui è molto diverso rispetto al mio Paese. Ma era bello con la marmellata”.
La musica è stata la grande vincitrice e molti partecipanti hanno definito il cantare insieme come “la parte migliore del Congresso”.

Focus su ciò che unisce 
Come fai a guidare con successo insieme nel culto oltre 2.500 giovani provenienti da culture completamente diverse? La risposta, secondo Niklas Rantanen, giovane professionista finlandese e leader della band musicale dell’evento, è la ricerca di un terreno comune.

“L’adorazione non riguarda sicuramente la musica e nemmeno il canto. Consiste nel lodare Dio in ogni modo possibile. Ma cantare con la musica è uno strumento potente per coinvolgere ed entusiasmare le persone a unirsi per adorarlo. Dopotutto, Dio stesso ha creato la musica…” Ha affermato Rantanen “All’Ayc22, il nostro obiettivo era creare uno spazio in cui quante più persone possibile partecipassero ai momenti spirituali insieme, nonostante i nostri diversi bagagli culturali. Abbiamo cercato di selezionare brani di epoche diverse e di utilizzare vari elementi musicali per avere qualcosa di familiare ed emozionante per tutti. Alcuni potrebbero chiedere ‘non dovremmo prima di tutto compiacere Dio e non solo i gusti musicali delle persone?’. Ma Dio non si compiace in nessun genere musicale specifico, ma dalla vera adorazione che accade nel cuore. Ed è quello che abbiamo cercato di creare”.

La band si era riunita in preghiera prima di scegliere i canti che avrebbero avvicinato le persone a Dio e le une alle altre. “Abbiamo lavorato durante l’inverno e la primavera per preparare i canti, la musica e noi stessi per il Congresso. E tutto il lavoro è stato immediatamente ripagato quando i partecipanti hanno iniziato a cantare e lodare Dio con noi” ha spiegato Rantanen “Di volta in volta siamo stati profondamente benedetti nel testimoniare lo Spirito Santo facendo ogni sforzo per toccare così tante persone. Adorare Dio insieme a migliaia di giovani è un’esperienza davvero potente, non c’è niente di simile. Non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui ci uniremo tutti al coro in cielo per cantare la lode più forte di sempre al nostro Dio!”.

L’inizio di un nuovo viaggio 
Durante il programma del sabato sono state battezzate dodici persone, un bel modo per chiudere l’Ayc22, ma anche un indicatore per l’inizio di un nuovo cammino di fede e di crescita quotidiana.
“A coloro che si preoccupano del futuro della chiesa, guardate queste dodici persone!” ha detto raggiante di gioia Dejan Stojković, direttore dei Ministeri Avventisti per la Gioventù presso la Regione transeuropea (Ted) organizzatrice dell’evento insieme alla Regione intereuropea (Eud).
Ha ragione. Il viaggio è appena iniziato e il meglio deve ancora venire!

Clicca qui per guardare il meglio dell’Ayc22.

[Foto e fonte: tedNews]  

Produttore

Condividi