Sabato 22 agosto è stata la Giornata ONU per le vittime di atti di violenza basati sul credo religioso. Comunità e minoranze religiose continuano a soffrire a causa di violenze basate sul loro credo. Atti violenti non accennano a diminuire, al contrario, la pandemia di COVID-19 e le sue conseguenze hanno solo inasprito le vulnerabilità di cui già precedentemente soffrivano comunità e minoranze religiose.
In questo numero di “A tu per tu” Roberto Vacca ha intervistato Cristian Nani, direttore di Porte Aperte Italia.

Produttore

Condividi