La delibera è stata approvata con 24 voti a favore, 2 contrari e 4 astenuti. Si attua così una risoluzione del 2012.

HopeMedia Italia – Nella riunione ordinaria del 25 aprile, tenuta online, l'organo direttivo della Chiesa avventista nella Germania del nord (Unione Ndv) ha votato di consacrare le donne al ministero pastorale così come avviene per gli uomini. Si tratta dell’attuazione di una decisione presa già nel 2012 e più volte rinviata a causa della politica ecclesiastica.

La delibera 
Ecco il testo della risoluzione votata: "La Chiesa Avventista del Settimo Giorno della Germania del Nord (Unione Ndv), consacra uomini e donne al ministero della predicazione mondiale con effetto immediato, come deciso dall’Assemblea dei delegati [Sinodo] delle chiese della Ndv nel 2012. I pastori che dal 2012 hanno ricevuto una ‘benedizione’, in seguito alla soluzione provvisoria presa dal Comitato [organo direttivo] della Ndv, riceveranno la certificazione di ‘consacrazione’ con valore reatroattivo”.

La risoluzione è stata approvata con 24 voti a favore, 2 contrari e 4 astenuti.

Lo scenario 
Secondo il past. Johannes Naether, presidente dell’Unione Ndv, la risoluzione del 2012 non era stata attuata per due motivi. Da una parte, in quel momento non vi erano pastore da raccomandare per la consacrazione. Dall’altra, la Chiesa mondiale aveva istituito un gruppo di studio teologico (Theology of Ordination Study Committee – Tosc) nel 2013, con il compito di lavorare sulla questione della consacrazione femminile al ministero pastorale. La Ndv non voleva anticiparlo. I risultati finali del Tosc avrebbero portato a una mozione da presentare all’Assemblea mondiale della Chiesa avventista del 2015 a San Antonio, per lasciare le varie regioni della denominazione libere di consacrare le donne al pastorato. Anche in questo caso, l’Unione non aveva voluto agire prima del voto assembleare, che poteva avere esito positivo. In realtà, la mozione non ricevette la maggioranza a San Antonio, nel 2015.

Dopo aver valutato sia la decisione del 2012 sia la necessità di preservare l'unità della Chiesa a livello mondiale, e come segno di accomodamento, il Comitato direttivo della Ndv aveva votato, nel 2016, di concedere a uomini e donne, senza distinzione, l’incarico pastorale in forma di "benedizione". Con questa soluzione provvisoria, i pastori e le pastore dell’Unione hanno ricevuto negli anni la stessa "benedizione" tramite l'imposizione delle mani, secondo il modello biblico.

Avvertimento dalla Chiesa mondiale 
Il past. Naether ha spiegato che il Consiglio della Chiesa avventista mondiale aveva respinto questo compromesso dell’Unione tedesca e aveva inviato un avvertimento, anche se la decisione presa nel 2016 rientrava nel Working Policy della denominazione. Ciò ha portato a una richiesta, nel dicembre 2019, all'organo direttivo della Ndv di "attuare o certificare retroattivamente la ‘decisione di Geseke’ (2012) di ‘consacrare le donne’ in futuro”. Tuttavia, questa richiesta è stata rinviata al periodo successivo all’Assemblea mondiale della Chiesa, pianificata sei mesi dopo. La pandemia ha sconvolto i programmi, e l’evento amministrativo della denominazione è stato rinviato per due volte. Si terrà a maggio 2022.

Appello alla giustizia e all’uguaglianza 
Dal momento che "i messaggi decisivi su queste questioni provengono dall'esterno della chiesa, principalmente attraverso l'impegno della società civile" ha spiegato il past. Naether "dovremmo imparare a scuotere amorevolmente ma con coraggio il nostro sistema, e non solo ad agire secondo un modello familiare". Questo ha riportato all'ordine del giorno la mozione del dicembre 2019 con la richiesta di consacrare le donne al ministero della predicazione globale e di "difendere i valori basati sulla Bibbia come la giustizia e l’uguaglianza". Naether lo considera un "contributo prezioso allo sviluppo della sua chiesa" oltre ad essere in linea con il pensiero della Riforma.

Riferimento alla situazione della chiesa mondiale 
Il past. Mario Brito, presidente della Regione Intereuropea (Eud) della Chiesa avventista, era presente al Comitato Ndv del 25 aprile e ha seguito l’avvincente dibattito sulla questione. Ha quindi chiesto ai partecipanti all'incontro di non perdere di vista la situazione della chiesa mondiale. "Non sono contrario alla consacrazione delle pastore in Europa, mentre altre parti del mondo possono scegliere di non farlo. La mia preoccupazione è che lo stiamo facendo contro una decisione dell’Assemblea mondiale. Si creerà un precedente che sarà usato contro di noi anche nella nostra stessa Regione" ha specificato il past. Brito che ha raccomandato di riconsiderare la risoluzione.

Alla domanda sulle possibili conseguenze di questa decisione, il past. Naether ha risposto: "Non lo so. Serve un piede nella stabilità e uno nella conquista di spazi di possibilità, per uno sviluppo allo scoperto, nel bacino di utenza dello Spirito Santo”.

L'Unione Ndv 
La Chiesa avventista tedesca è organizzata con una dirigenza nazionale nella Germania settentrionale e orientale (Ndv), con sede ad Hannover, e nella Germania meridionale (Sdv), con sede a Ostfildern, nei pressi di Stoccarda. L’Unione Ndv, con quasi 19.000 membri e 338 comunità, riunisce quattro Federazioni di chiese locali nei territori di Schleswig-Holstein, Amburgo, Brema, Berlino, Bassa Sassonia, Nord Reno-Westfalia, Brandeburgo, Sassonia, Sassonia-Anhalt e Turingia.

Sono 22 milioni gli avventisti nel mondo, che si riuniscono in oltre 169 mila chiese e gruppi (dati statistici del 2020).

[Fonte: EudNews]

 

 

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti