Solo in Dio trova riposo l'anima mia; da lui proviene la mia salvezza. Lui solo è la mia ròcca e la mia salvezza, il mio alto rifugio; io non potrò vacillare. Fino a quando vi scaglierete contro un uomo e cercherete tutti insieme di abbatterlo come si abbatte una parete che pende, o un muricciolo che cede? ”, queste le prime frasi del Salmo 62, oggetto della riflessione di questa puntata.

Il salmista canta la sua fiducia in Dio, da cui egli attinge un senso di pace, anche se sta subendo l’attacco di uomini subdoli e malevoli. Davide comunica l’esperienza che sta vivendo e invita gli altri a confidare sempre e solo in Dio nel quale soltanto si può trovare rifugio, riposo, salvezza.

Nelle frasi conclusive del salmo parla di potere e di misericordia. Come possiamo intendere questi due ‘aspetti’?

Mario Calvagno e Carmen Zammataro intervistano Patrizio Calliari, pastore delle chiese avventiste di Bolzano e di Trento.

Produttori

, ,
Condividi