Notizie Avventiste – Nel video precedente, il pastore Ted Wilson, presidente della Chiesa avventista mondiale, ha parlato di doni spirituali. In questa puntata della serie dedicata ai punti dottrinali della denominazione, parlerà del dono di profezia.

Nel libro dell’Apocalisse leggiamo che “il dragone s’infuriò contro la donna e andò a far guerra a quelli che restano della discendenza di lei che osservano i comandamenti di Dio e custodiscono la testimonianza di Gesù” (Ap 12:17). E poi spiega che “la testimonianza di Gesù è lo spirito della profezia” (Ap 19:10).

Il diciottesimo punto dottrinale della Chiesa avventista afferma: "Le Sacre Scritture attestano che uno dei doni dello Spirito Santo è la profezia. Questo dono è un segno che identifica la chiesa del rimanente e noi crediamo che si sia manifestato nel ministero di Ellen G. White. I suoi scritti si esprimono con autorità profetica e offrono alla chiesa incoraggiamento, guida, istruzione e correzione. In essi si afferma, in modo chiaro, che la Bibbia è la norma in base alla quale ogni insegnamento e ogni esperienza devono essere esaminati”.

Il dono di profezia è stato presente nell'Antico Testamento. Per esempio, quando Aaronne e Miriam si ribellarono alla guida di Mosè, Dio disse loro: “Ascoltate ora le mie parole; se vi è tra di voi qualche profeta, io, il Signore, mi faccio conoscere a lui in visione, parlo con lui in sogno” (Numeri 12:6).

Prima di morire, Mosè disse agli Israeliti: “il SIGNORE, il tuo Dio, farà sorgere in mezzo a te, fra i tuoi fratelli, un profeta come me; a lui darete ascolto!” (Deuteronomio 18:15).

Clicca qui per guardare il video.

 

Produttore

Condividi