Commentiamo con il pastore Saverio Scuccimarri, direttore del mensile “Il Messaggero Avventista”, i contenuti del numero di ottobre.

Nella ricorrenza del 31 ottobre, Festa della Riforma, l’editoriale è dedicato all’eredità che ci hanno lasciato Martin Lutero e gli altri riformatori.

Nella rubrica “Una parola per oggi”, troviamo l’articolo “«Va’, pigro, alla formica» – Disciplina e felicità”. Dalla favola di Esopo ai Proverbi della Bibbia per concludere con… Walt Disney e scoprire forse qualcosa di nuovo da tenere anche in considerazione.

“Un «tipo giusto» per i nipoti – Affetto, vicinanza, cura e insegnamenti di chi è maturo di vita” è l’articolo che riguarda i nonni, e la loro mission, in occasione della festa loro dedicata proprio questo mese.

La recensione si conclude con un breve commento alla seconda parte di “Un solo Dio in tre persone”, la relazione presentata al Symposium sulla Trinità tenutosi alla Facoltà Avventista di Teologia di Firenze prima dell’estate. Lo scorso mese di settembre abbiamo già visto due affermazioni bibliche sulla dottrina della Trinità: l’unicità di Dio e l’esistenza di tre persone divine. Analizziamo la terza affermazione secondo la quale il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono tre persone distinte.

Per approfondimenti, i nostri ascoltatori possono richiedere qui il libro “Il Dio che adoriamo – La misteriosa pluralità della divinità”.

Intervista di Mario Calvagno.

Produttore

Condividi

Articoli recenti