«Vedendo questa sala ho la conferma che siete la chiesa più tecnologica» ha esordito il past. Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola Valdese, nel suo intervento all’Assemblea Amministrava, questa mattina, per portare il saluto della sua chiesa.

«Noi valdesi» ha proseguito «abbiamo seguito la regola cinese del copiare il meglio, e lo abbiamo fatto nella ricerca della comunicazione, nella presenza sul web. Abbiamo copiato il vostro bilancio sociale. Questo è anche un segno di apprezzamento per alcune vostre specificità».

Il moderatore ha poi speso diverse parole sulla libertà religiosa, partendo proprio dal fatto che quella per la libertà di coscienza continua a essere una battaglia comune. «Come noi, voi credete che se la libertà non è per tutti, diventa privilegio ed egoismo» ha affermato.

La collaborazione tra le due chiese è cresciuta a livello locale durante le celebrazioni dei 500 anni della Riforma protestante, nel 2017. «Ciascuno naturalmente resta quello che è, con le sue tradizioni» ha rassicurato, esortando subito dopo «Dobbiamo cercare di essere tra di noi più collaborativi in un Paese che resta difficile. Abbiamo in questo Paese una missione di liberazione radicata nella parola di Dio e, possibilmente, in collaborazione gli uni con gli altri».

Con l’augurio di una buona continuazione, il past. Bernardini ha concluso: «Le nostre chiese saranno sempre dell’idea di essere al servizio delle cause migliori e in questo spesso ci incontriamo e collaboriamo nell’amicizia in Cristo, che è fondamentale».
[lf]

Produttore

Condividi