“Io non ho paura” è il motto delle cerimonie di apertura della Facoltà di teologia e del Dipartimento di lingua, cultura e arte italiana.

Notizie Avventiste – Sarà un fine settimana denso di incontri, il 21 e 22 settembre. Si apre infatti l’anno accademico 2018-2019 della Facoltà avventista di teologia (Fat) e del Dipartimento di lingua, cultura e arte italiana (DiLcai) dell’Istituto avventista di cultura biblica (Iacb) di Firenze.

Sette matricole si aggiungono agli studenti della Fat, tutte con il desiderio di approfondire lo studio della Bibbia attraverso un percorso universitario.

Tanti giovani approdano a Firenze dall’estero, per un’immersione nella bellezza della lingua e dell’arte italiana. 29 gli iscritti al corso DiLcai, provenienti da vari Paesi.

“Io non ho paura” è il motto del nuovo anno accademico. “Senza facili ricette, né false illusioni” afferma Filippo Alma, direttore dell’Iacb “in questo nuovo anno accademico, studenti e docenti, volontari e personale dell’Istituto, rifletteranno insieme sulla paura e sulle paure che sfidano e sollecitano il vivere quotidiano, individuale e collettivo, a partire da uno sguardo cristiano sulla vita”.

Ascolta l’intervista a Filippo Alma

Watch video!

Il direttore cita il testo: “Nel giorno della paura, io confido in te. […] In Dio ho fiducia e non temerò; che potrà farmi l’uomo?” (Sl 56:3,11).

“Nel ‘giorno della paura’” rassicura “nonostante l’ineluttabilità e le insidie che ne derivano, continueremo ad affidarci a Dio, senza riserve”.

La sera di venerdì, si svolgerà un programma di riflessione sulla parola e di canti nella Cappella storica dello Iacb “Villa Aurora” (in via del Pergolino 12);

Sabato mattina, si terrà la celebrazione del culto comunitario presso la chiesa avventista di via del Pergolino 1. Poi, alle ore 16.00, sarà il momento della cerimonia di apertura ufficiale che si terrà nuovamente nella Cappella storica.

La serata si concluderà con il concerto-recital “Cantico dei cantici”, alle ore 20.30, nel giardino storico di Villa Aurora. Voci narranti e musiche composte e dirette da Gabriele Nardoni, eseguite dal coro e da numerosi orchestrali della chiesa fiorentina e del campus, si intrecceranno per narrare in modo nuovo questo particolare libro della Bibbia.

Sabato mattina sarà possibile seguire il programma in streaming audio sul sito www.radiovocedellasperanza.it, attraverso l’app Rvs Italy o attraverso la stazione FM di Radio Voce della Speranza della vostra città; oppure in streaming video su Hope Channel Italia.

 

 

 

 

 

 

 

Produttore

Condividi