Domenica 16 settembre si è avviata in tutta Italia la seconda apertura della stagione venatoria 2018/19. Dopo le preaperture, stavolta si tratta dell’avvio regolare, senza deroghe, stabilito dalla legge sulla caccia, anche se in molte regioni, ben 14, le doppiette hanno cominciato la propria attività già dal 1 settembre.

La stagione venatoria, sottolinea il WWF, in Italia inizia e si estende ben oltre i calendari definiti dall’Unione Europea e va a intaccare un prezioso capitale di biodiversità che appartiene a tutti. Per questa ragione il WWF con i propri avvocati, insieme alle più importanti associazioni ambientaliste, ha impugnato i calendari venatori di alcune regioni raccogliendo i primi risultati positivi.

Di questo argomento e delle ampie conseguenze ambientali della caccia e del bracconaggio parliamo con Patrizia Fantilli, responsabile ufficio legale WWF Italia. Intervista a cura di Mario Calvagno e Carmen Zammataro.

Per approfondire: www.wwf.it

Produttore

Condividi

Articoli recenti