Con questo slogan scritto sulla maglietta, il pastore Thomas Stephan partecipa quest’anno alla Maratona di Firenze, non per vincere, ma per testimoniare della preoccupazione di tanti cristiani circa la sorte delle persone che scappano dai loro paesi per sfuggire alla guerra, alla miseria, alla malattia. Lo abbiamo raggiunto via telefono in Germania per saperne di piu’

Produttore

Condividi

Articoli recenti