Quando la giustizia ci delude e vediamo premiati i malvagi, lo scoraggiamento può avere il sopravento.

La dottoressa Alfia Milazzo, de La Città Invisibile, offre insieme ai suoi collaboratori un suo esempio di resilienza e di presa di posizione contagiando i ragazzi dell'orchestra Falcone e Borsellino a guardare al futuro e a fare piccole scelte di legalità.

Produttori

,
Condividi