Prima Parola: “Questo è il patto che farò con la casa d’Israele, dopo quei giorni, dice il Signore: io metterò la mia legge nell’intimo loro, la scriverò sul loro cuore, e io sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo” (Geremia 31: 33). Seconda Parola: “Il frutto dello Spirito è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine,a autocontrollo; contro queste cose non c’è legge” (Galati 5: 22-23). Terza Parola: “Sta scritto: «E queste parole che oggi vi raccomando riposino sul tuo cuore». Il versetto non dice «nel tuo cuore». Ci sono infatti momenti in cui il cuore è chiuso. Ma le parole giacciono sopra il cuore, e quando quello nelle sante ore si apre, le parole affondano nelle sue profondità” (Rabbi Mendel di Kozk. Riflessione a partire da queste “Tre Parole” a cura di Mario Calvagno, caporedattore RVS Roma e Carmen Zammataro, redattrice RVS Roma.

Produttore

Condividi