Da cinque anni la casa per ferie CasAurora è un punto di riferimento per le famiglie degli ospedalizzati a Firenze. Un convegno ha celebrato il primo lustro.

Hope Media Italia – “Accoglienza e supporto. Quando le parole possono curare” è stato il tema del convegno organizzato in occasione dei primi cinque anni di servizio di CasAurora. La casa per ferie accoglie le famiglie che devono soggiornare a Firenze perché hanno un parente ricoverato nel polo ospedaliero di Careggi, offrendo ospitalità a prezzi contenuti.

“Le case per ferie sono strutture di accoglienza fondamentale che si rivolgono a fasce socialmente più fragili e più deboli. Nel nostro caso, la vocazione principale è quella di rivolgersi ai parenti degli ospedalizzati che, venendo da fuori città, hanno bisogno di trovare accoglienza mentre assistono i loro cari che sono ricoverati o che devono affrontare delle cure mediche”, spiega Gioele Murittu, amministratore dell’Istituto avventista di cultura biblica fiorentino e tesoriere dell’Unione italiana delle chiese avventiste, ai microfoni di Radio Voce della Speranza.

“L’obiettivo ultimo” continua “è quello di poter assistere queste persone non solamente con un servizio extra alberghiero come quello che la struttura offre, ma anche di farle sentire a casa pur essendo lontano da casa, come recita il motto di CasaAurora. Tramite gli operatori, tramite l’assistenza psicologica che in questi ultimi mesi stiamo offrendo grazie a una professionista dedicata, cerchiamo di alleviare in qualche modo, di essere vicini, di empatizzare con le sofferenze delle persone e lo facciamo perché Gesù ha patito, ha sofferto ed è morto per noi. Come dice il vangelo, l’amore di Cristo ci costringe’ a fare qualcosa in favore degli altri”.

Al convegno sono intervenuti esponenti del Quartiere 5 e del Comune di Firenze.
“La città è il luogo sul cui territorio si svolge la nostra vita quotidiana e dove cerchiamo e attiviamo le risorse per fronteggiare tutte le vicissitudini che ci possono capitare” afferma Laura Sparavigna, presidente della Commissione istruzione formazione e lavoro del Comune di Firenze.
“È fondamentale” aggiunge “cercare di sostenere, tutelare, curare e mantenere attiva e forte la comunità perché possa essere un punto di riferimento per coloro che vivono una situazione di dramma personale o per coloro che cercano di sostenere un loro familiare o un loro caro”.

“Ricordiamoci che siamo umani e per mantenere la dignità umana dobbiamo garantire un approccio di sostegno non solo nell’area sanitaria ma anche nella quotidianità” conclude nell’intervista di Hope Media Italia.

Tra gli altri ospiti intervenuti ricordiamo Davide Romano, direttore dell’Istituto avventista di cultura biblica; Fabio Parenti, tesoriere Ail; Maddalena Turco, assistente sociale Aou Meyer; Florinda Fracchiolla e Tommaso Ferroni, tutor e direttore della Scuola Italiana di osteopatia pediatrica; Deborah Giombarresi, psicologa di CasAurora.

La casa per ferie CasAurora sorge nel campus dell’Istituto avventista di cultura biblica, proprio accanto al Cto e vicinissima al polo ospedaliero di Careggi. Offre agli ospiti anche la possibilità di usufruire della mensa degli studenti dell’Istituto.
Per conoscere meglio la struttura e per tutte le informazioni, visita il sito: www.casaurora.it

Guarda il servizio.

Le interviste complete sono su Hope Channel Italia

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti