Nel resoconto che l’evangelista Luca (2:1-12) fa della nascita di Gesù, troviamo un “segno” molto chiaro indicato dall’angelo ai pastori, un “segno” per riconoscere il Salvatore del mondo. “Troverete un bambino avvolto in fasce e coricato in una mangiatoia", è scritto. E la mangiatoia ha un significato simbolico ma anche reale e concreto in relazione alla salvezza offerta da Gesù.

Mario Calvagno e Carmen Zammataro ne hanno parlato con Patrizio Calliari, pastore delle chiese avventiste di Trento e Bolzano.

Produttori

, ,
Condividi