Mercoledi 21 marzo nell aula d’assise dell’ex tribunale di Firenze, con la gabbia in ferro ancora ben presente, Libera ha voluto ricordare ad uno ad uno gli ottocento nomi di vittime di mafia a partire dal 1893 quando fu assassinato Emanuele Notarbartolo (ex sindaco di Palermo e direttore del Banco di Sicilia) fino al 2011. In questo numero de “L’Altro-Binario”, insieme a Libera, rete di associazioni che si battono contro la mafia, agli ospiti e ai contributi raccolti nel corso della serata, proviamo a stimolare la nascita di una corresposabilita’ individuale e di cittadinanza che sia il vero anticorpo per la mafia e per tutti quegli atteggiamenti e comportamenti mafiosi che sono anche dentro di noi. In studio con Claudio Coppini e Roberto Vacca, Federico Gelli, vicepresidente del precedente Consiglio regionale della Toscana e responsabile del Forum Legalita’ e Sicurezza del Partito Democratico toscano e coordinatore del progetto “Su la testa!, azioni amministrative e cultura della legalita’”. Contributi registrati di Cristina Giachi, assessore ai giovani e all’università del Comune di Firenze, di Andrea Bigalli, referente per la Toscana di LIBERA, e di Luciana Breggia, magistrato fiorentino.

Produttore

Condividi