Si è ucciso in una cella del carcere di Ivrea (Torino) Alexandro Riccio, il trentanovenne che lo scorso 29 gennaio, a Carmagnola, ha ucciso nel sonno con 23 coltellate, la moglie e il figlioletto, di appena 5 anni. L’uomo aveva poi tentato il suicidio lanciandosi dal balcone di casa, ma era stato soccorso dai carabinieri.

In Giovanni 10:10 leggiamo: “Il ladro non viene se non per rubare, ammazzare e distruggere; io son venuto perché abbiano la vita e l'abbiano in abbondanza”. Che cosa insegna questo testo e in che modo si può applicare alla vicenda di Riccio?

Mario Calvagno intervista il pastore avventista Daniele Benini.

Produttori

,
Condividi