In questo numero di Prima Visione, parliamo di “Blinded By the Light” con Peter Ciaccio, dell’Associazione protestante cinema Roberto Sbaffi.

Inghilterra, 1987. Nel mezzo dei tumulti razziali ed economici dell’epoca, Javed, un giovane britannico di origine pakistana, è assediato dall’intolleranza dilagante nella sua città e dall’inflessibilità tradizionalista della figura paterna. La sua unica via di fuga è rappresentata dalle poesie che scrive chiuso tra le mura della propria stanza. La sua adolescenza prende però una piega diversa quando un suo compagno gli fa conoscere la musica di Bruce Springsteen. Javed individua così dei parallelismi tra la sua vita e i potenti brani del “Boss”, grazie ai quali trova  il coraggio di esprimersi con la sua particolarissima voce (da comingsoon.it).

Produttore

Condividi

Articoli recenti