Torna la Giornata internazionale di prevenzione degli abusi.

Lina Ferrara – La Giornata enditnow®, preparata dai Ministeri Femminili della Chiesa avventista mondiale, dedica un sabato alla sensibilizzazione e all’azione per prevenire e combattere ogni forma di abuso. Se in molti Paesi la denominazione celebra questa giornata internazionale a fine agosto, in Italia da alcuni anni ricorre nel sabato che precede il 25 novembre, Giornata Onu per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Sarebbe bello vivere in un mondo dove regni il rispetto per ogni vita umana e dove ogni individuo sia valorizzato. Purtroppo, “viviamo in un mondo pieno di incertezze e paura” fa notare Heather-Dawn Small, direttrice dei Ministeri Femminili presso la Chiesa avventista mondiale “Siamo di fronte a disordini politici, guerre, epidemie e pandemie, perdita di posti di lavoro, incapacità di gestire i bisogni quotidiani delle nostre famiglie e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. In questo momento molti di noi affrontano ancora la pandemia di coronavirus. Tutti questi fattori hanno un impatto su di noi a livello spirituale, fisico ed emotivo. Purtroppo, il disagio emotivo senza una solida base spirituale porta ad abusi di molti tipi nella nostra casa e nella società”.

“Sebbene la violenza colpisca tutti” le fa eco Dagmar Dorn, responsabile di Ministeri Femminili presso la Regione Intereuropea della Chiesa “donne, bambini e anziani sembrano sopportare il peso maggiore degli abusi fisici, sessuali e psicologici. La giornata di quest’anno acquista ancora più rilevanza. Durante il confinamento di primavera per il Covid-19, è stato osservato un aumento della violenza domestica. Altri sono stati colpiti in queste circostanze. Tante sono le persone che sono state ferite e che soffrono di vari problemi di salute a causa di abusi e violenze. L’abuso ha molte sfaccettature. Può essere fisico, sessuale, emotivo e verbale. Purtroppo, questa è una preoccupazione non solo all’esterno della chiesa, ma anche all’interno”.

Le risorse per la Giornata enditnow® (che ricorre sabato 21 novembre) sono state tradotte in italiano dai Ministeri Femminili dell’Unione italiana (Uicca) e propongono un sermone intitolato “Quando Gesù vi pose fine”. Scritta dal past. Anthony R. Kent, segretario aggiunto dell’Associazione Pastorale della Chiesa avventista mondiale, la predicazione si concentra sul testo di Luca 13:10-17, che racconta l’episodio della donna curva e l’immediatezza con cui Gesù pose fine alle sue prolungate sofferenze. E il past. Kent sottolinea che la guarigione non fu solo fisica, ma anche emotiva e spirituale.

“L’immagine che ci rimane impressa è quella di una donna guarita, che sta dritta in piedi e loda Dio. Questa figlia di Abramo, che era stata curva, diventa un modello per le persone di tutte le età; mostra ciò che Gesù può fare con chi è piegato o deformato da Satana”, afferma Kent.

Oltre al sermone, il materiale contiene anche un messaggio per i bambini, un seminario in power point, molto interessante e valido, sul tema “Le ferite da abuso”, e una scheda, sempre in power point, dal titolo “Risposta  personale e collettiva alla violenza domestica”.

Le risorse per la Giornata internazionale di prevenzione degli abusi sono sul sito: ministerifemminili.uicca.it

Produttori

,
Condividi

News Avventisti

Articoli recenti