Luisa Marrocu – Sabato 18 giugno 2022 sarà una data che molti membri della chiesa avventista di Roma Lungotevere ricorderanno. È stata una giornata in cui si sono succeduti tanti avvenimenti solenni.

Presentazione al tempio 
Abbiamo assistito alla presentazione di un bimbo di 6 mesi, Daniele Alfano, primogenito di Luca e di Francesca Romana Bianchini. Il piccolo non sembrava per nulla imbarazzato dal pulpito e dalla preghiera di presentazione, anzi continuava a sgambettare felicemente in braccio alla sua mamma e al suo babbo. “Lasciate i piccoli fanciulli venire a me…” (Matteo 19:14, ND).

Nozze d’oro 
Dal più piccolo al più grande. La chiesa ha festeggiato i 50 anni di matrimonio di due coppie unite e attive nella comunità: Fernanda Gelosi, diaconessa, e Renato Bozzacchi, responsabile del Dipartimento locale della Famiglia; Dina Foti e Gianni Amato, anziano di chiesa. Gianni e Renato sono da tempo impegnati in un’opera sociale da loro fondata, Officina, che ha come scopo quello di raggiungere le persone più disagiate. Abbiamo voluto ringraziare e lodare Dio coralmente per queste due coppie importanti nella nostra chiesa. “Il Signore ha fatto cose grandi per noi, e noi siamo nella gioia” (Salmi 126:3).

Matrimonio religioso 
Si procedeva quindi a un rito nuziale. Tobias Otieno Ogweno, consigliere presso l’Ambasciata del Kenya in Italia, e sua moglie Ruth Achola Magak, dopo essersi sposati civilmente, hanno chiesto di confermare il loro legame mediante il matrimonio religioso. Ma la gioia che i due coniugi trasmettevano a tutta la comunità, non si fermava qui.

Battesimo 
Sean Mitch Otieno, figlio dodicenne dei coniugi Otieno, ha scelto, seppur in giovane età, di essere battezzato. Prima del battesimo, il past. Lupu, togliendo forse qualche perplessità all’assemblea, ha spiegato che anche in età così precoce può esistere una fede matura. Ha quindi raccontato l’esperienza di una bambina battezzata a nove anni e diventata poi una colonna al servizio del Signore. “Tu sarai come un giardino ben annaffiato, come una sorgente la cui acqua non manca mai” (Isaia 58:11 up).

Professione di fede 
Infine, Marcella e Luisella Marrocu, dopo una bella testimonianza del marito di Marcella, Corrado Cozzi, e dopo la loro professione di fede, venivano riammesse nella chiesa avventista di Roma Lungotevere nell’applauso di accettazione di tutta l’assemblea. “Il Signore è la mia forza e il mio cantico, egli è stato la mia salvezza” (Salmi 118:14).

Produttore

Condividi

Articoli recenti