Basta prendere una scatola e metterci dentro una cosa calda, una cosa golosa, un passatempo, un prodotto di bellezza e un biglietto simpatico e gentile. La Rete di solidarietà del Q1 penserà alla distribuzione.Sono quel tipo di regali che portano gioia a chi li riceve, ma entusiasmo anche a chi li fa. Le “Scatole di Natale” arrivano a Firenze: il progetto, nato a Milano, per dare un po’ di spensieratezza ai più bisognosi in questo periodo strano e difficile, ma pur sempre natalizio, è stato accolto anche dalla Rete di solidarietà del Q1 (e sta raccogliendo consensi anche della Reti degli altri Quartieri fiorentini). Chiunque può partecipare: basta prendere una scatola e mettici dentro una cosa “calda”, una cosa golosa, un passatempo, un prodotto di bellezza e un biglietto simpatico e gentile. La scatola va incartata, decorata, e in un angolo va indicato a chi è destinato il dono: donna, uomo o bambino o bambina e relativa fascia d’età. I regali saranno poi recapitati alle famiglie che ne hanno bisogno, conosciute direttamente dai volontari o tramite associazioni e parrocchie (dal Corriere Fiorentino del 3-12-2020, "Da Milano a Firenze, ecco le "scatole di Natale" per chi ha bisogno", di Ivana Zuliani).

In questa puntata di Sfogliando il giornale Roberto Vacca intervista Rita  Ziliani, della Rete della solidariertà del Q1 di Firenze

Produttore

Condividi