Maol – La Giornata mondiale dell’acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, ricorre ogni anno il 22 marzo. Gli studenti dell’Istituto avventista Itaboraí di Rio de Janeiro, in Brasile, sono scesi in piazza per promuovere la consapevolezza dell’uso corretto di questo prezioso elemento. Durante tutta la settimana hanno studiato il rapporto tra uomo e acqua e parlato di questioni come la conservazione e la protezione delle acque, l’importanza dell’acqua per la salute, il corretto sviluppo delle risorse idriche e le misure per risolvere l’inquinamento idrico.

Al mattino presto, un gruppo di allievi ha consegnato bicchieri d’acqua ai genitori degli studenti. Un’ora più tardi, un altro gruppo di 30 ragazzi e ragazze si è recato al mercato di Costa Azul, per distribuire acqua e informazioni ai passanti. Sono stati montati tre stand per informare sull’acqua e la salute.

«Oltre a incoraggiare l’abitudine di non sprecare l’acqua, vogliamo ricordare alle persone i benefici che questo elemento vitale ci offre ed evidenziare il fatto che non possiamo farne a meno. È necessario preservare questa magnifica risorsa» ha spiegato la coordinatrice della scuola, Elisângela Rocha.

A metà mattinata, nel teatro dell’Istituto, si è svolto un programma di canti, poesie e brani didattici sull’acqua, creati e presentati dagli studenti stessi. I giovani hanno condiviso in modo pratico le misure che la società può adottare per contribuire alla conservazione dell’acqua: dalle modalità di stoccaggio e riutilizzo dell’acqua piovana, ai metodi di prevenzione dell’inquinamento, e molto altro ancora.

[Fonte Adventist News Network. Foto: Divisione Sudamericana]

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti