La Super League finanziata da JPMorgan e promossa da 12 club europei è accolta da un coro di no e scatena una bufera. Per la Fifa è una "lega separatista europea chiusa". Per Ceferin equivale "a sputare nel viso a chi ama il calcio". Gravina dice no: "il calcio è dei tifosi". I tifosi dei sei club inglesi della Super League hanno respinto il progetto, definito "contrario ai valori dello sport" e la rivolta degli appassionati cresce sui social. Draghi "sostiene con determinazione" le posizioni di Figc e Uefa "per preservare le competizioni nazionali, i valori meritocratici e la funzione sociale dello sport". Ma in Borsa il Manchester United fa un balzo del 9,3% e la Juve guadagna il 17%.

Su questo argomento Roberto Vacca ha intervistato il medico psichiatra e psicoterapeuta, Giovanni Varrasi. 

Produttori

,
Condividi