Il senso di colpa

Il senso di colpa


In questa puntata tratteremo un delicato argomento, il senso di colpa, inteso come ostacolo alle buone relazioni. 

Programma a cura di Gabriella Ghinelli, Mariangela De Martin e Claudia Gucci. 

Il tunnel trasformativo: il senso di inquietudine

Il tunnel trasformativo: il senso di inquietudine


All'interno del tunnel si può provare un forte senso di inquietudine, forse abbiamo mancato il bersaglio e rifletterci su può rappresentare per noi una tappa rigenerativa, ne abbiamo parlato con la professoressa Daniela Fisichella, docente di musica e life coach umanista professionista.

Tunnel trasformativo: assunzione di responsabilità

Tunnel trasformativo: assunzione di responsabilità


All'interno del tunnel bisogna lavorare su sé stessi, capire quali sono state le proprie responsabilità e guarire dal vittimismo.

Ne abbiamo parlato con la professoressa Daniela Fisichella, life coach, umanista professionista.

Guarigione delle emozioni ferite: i sintomi del perfezionismo

Guarigione delle emozioni ferite: i sintomi del perfezionismo


Una sbagliata comprensione della perfezione cristiana può portare alla distorsione spirituale conosciuta come perfezionismo. Mentre la perfezione cristiana è frutto dello Spirito Santo e della Grazia di Dio, il perfezionismo invece è opera della carne e si manifesta attraverso alcuni sintomi.

Segui la lettura di alcuni brani tratti dal 7° capitolo del libro di David Seamands.

Mettere via le cose da bambini: la grazia che riprogramma (prima parte)

Mettere via le cose da bambini: la grazia che riprogramma (prima parte)


Siamo arrivati all'ultimo capitolo dell'interessante libro di David Seamands, il cui tema a completamento di tutto un discorso è riuscire ad arrendere il nostro " io" e dichiarare la signoria di "Dio" in noi.  La vittoria passa dalla assunzione della propria responsabilità, dal perdono di Dio e dalla guarigione che ne consegue .

Appuntamento Con Dio – Nessuna scusa!

Appuntamento Con Dio – Nessuna scusa!


“Se il mondo vi odia, sapete bene che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe quello che è suo; poiché non siete del mondo, ma io ho scelto voi in mezzo al mondo, perciò il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che vi ho detta: "Il servo non è più grande del suo signore". Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma tutto questo ve lo faranno a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato. Se non fossi venuto e non avessi parlato loro, non avrebbero colpa; ma ora non hanno scusa per il loro peccato. Chi odia me, odia anche il Padre mio. Se non avessi fatto tra di loro le opere che nessun altro ha mai fatte, non avrebbero colpa; ma ora le hanno viste, e hanno odiato me e il Padre mio. Ma questo è avvenuto affinché sia adempiuta la parola scritta nella loro legge: "Mi hanno odiato senza motivo". Ma quando sarà venuto il Consolatore che io vi manderò da parte del Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli testimonierà di me; e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete stati con me fin dal principio” (Giov. 15:18-27).

Riflessione di Mario Calvagno, speaker RVS.

Pin It on Pinterest