Parole al vento dal Veneto – Salario minimo minimo

Parole al vento dal Veneto – Salario minimo minimo


Parole al vento dal Veneto, un accento particolare sulle note e le notizie note o meno che mirano dritte al cuore delle orecchie che hanno fegato.

Le notizie oggi:

Salario minimo minimo
Intanto in Palestina…
Un indiano a Torino

 

Hamas ha già vinto?

Hamas ha già vinto?


Tensione a Torino, scontri polizia-studenti al corteo pro Palestina. Per il ministro Lollobrigida si tratta di "squadracce". I collettivi marciano su un convegno con quattro ministri presenti. L’ira della premier Meloni: inaccettabile attacco alle forze dell’ordine. E negli USA numerose le proteste pro Palestina, con oltre 200 arresti negli atenei tra i manifestanti contro Israele.  Il clima è talmente teso che alcuni deputati del Gop hanno chiesto a Biden di mobilitare la Guardia Nazionale per sedare la rivolta. Questi alcuni titoli tratti da Repubblica del 24 aprile 2024. Le proteste sono la conseguenza di fattori di tipo politico, sociologico e persino interreligioso (non mancano slogan e minacce antisemite). Claudio Coppini e Roberto Vacca hanno chiesto un commento sulla situazione al professor Fulvio Ferrario, docente di teologia sistematica presso la Facoltà valdese di teologia di Roma.

Photo 292828481 | Hamas © Sameer Chogale | Dreamstime.com

Sopportatevi gli uni gli altri con amore

Sopportatevi gli uni gli altri con amore


Il circuito RVS propone una serie di incontri con cadenza quindicinale con esponenti della Federazione delle Donne Evangeliche in Italia (FDEI) per una riflessione sulla società e sulla Bibbia in una prospettiva femminile.

Oggi è il turno della Rete delle Donne Luterane, con un’intervista a Anne-Rose Lier, della Chiesa Evangelica Luterana di Bolzano, sulla Giornata Mondiale di Preghiera che quest’anno si svolgerà il primo di marzo.  La Giornata quest’anno assumerà certamente un’importanza particolare, visto che la liturgia è stata preparata dalle donne cristiane palestinesi. Inevitabile parlare anche della situazione molto difficile che la Palestina sta attraversando, e non solo dal mese di ottobre. Anne-Rose Lier è delegata al Comitato Nazionale Italiano per la Giornata Mondiale di Preghiera.

Nella seconda parte ascolteremo una riflessione di Anne-Rose sul testo della lettera agli Efesini 4:1-7, che è anche il testo base della Giornata Mondiale di Preghiera. 

Sopportatevi l’un l’altro

Sopportatevi l’un l’altro


In occasione della Giornata Mondiale di Preghiera del prossimo primo marzo, la liturgia – a cura dei cristiani della Palestina – sarà centrata su un versetto della lettera agli Efesini 4 in cui l’apostolo Paolo incoraggia i credenti alla sopportazione reciproca "nell’amore".  Alla luce di quanto sta avvenendo a Gaza, ma anche considerando le dinamiche di conflitto all’interno e fuori le chiese, è ragionevole fare un appello alla sopportazione? E si può accostare la sopportazione all’amore? Claudio Coppini e Roberto Vacca lo hanno chiesto al professor Fulvio Ferrario, della Facoltà valdese di teologia di Roma, intervistato nel corso della diretta mattutina RVS del primo febbraio 2024.

Siate sempre umili, cordiali e pazienti; sopportatevi l’un l’altro con amore; cercate di conservare, per mezzo della pace che vi unisce, quella unità che viene dallo Spirito Santo. Uno solo è il corpo, uno solo è lo Spirito come una sola è la speranza alla quale Dio vi ha chiamati. Uno solo è il Signore, una sola è la fede, uno solo è il battesimo. Uno solo è Dio, Padre di tutti, al di sopra di tutti, che in tutti è presente e agisce (Efesini 4:2-6)

L’inferno in Palestina

L’inferno in Palestina


Nel corso della diretta RVS del 5 dicembre 2023  Claudio Coppini e Roberto Vacca prendono in esame alcuni temi dell’attualità con il loro ospite, il giornalista e scrittore Fausto Biloslavo, corrispondente di guerra e autore del recente saggio-testimonianza "Ucraina, nell’Inferno dell’ultima guerra d’Europa".

Nel corso della trasmissione Biloslavo ci parla però di un altro teatro di guerra: Israele, Gaza e anche la Cisgiordania, un territorio attraversato anch’esso da gravissime tensioni.

In specifico, tra i temi affrontati: l’affondo di Israele a sud di Gaza, il numero impressionante di vittime, spesso minori; il consenso di cui beneficia Hamas in Cisgiordania e alcune ipotesi sulle ragioni dell’attacco del 7 ottobre; le incertezze sul futuro della regione, nel contesto di una guerra continua.

L’inferno in Palestina

L’inferno in Palestina


Nel corso della diretta RVS del 5 dicembre 2023  Claudio Coppini e Roberto Vacca prendono in esame alcuni temi dell’attualità con il loro ospite, il giornalista e scrittore Fausto Biloslavo, corrispondente di guerra e autore del recente saggio-testimonianza "Ucraina, nell’Inferno dell’ultima guerra d’Europa".

Nel corso della trasmissione Biloslavo ci parla però di un altro teatro di guerra: Israele, Gaza e anche la Cisgiordania, un territorio attraversato anch’esso da gravissime tensioni.

In specifico, tra i temi affrontati: l’affondo di Israele a sud di Gaza, il numero impressionante di vittime, spesso minori; il consenso di cui beneficia Hamas in Cisgiordania e alcune ipotesi sulle ragioni dell’attacco del 7 ottobre; le incertezze sul futuro della regione, nel contesto di una guerra continua.

Inizi di dialogo e un appello contro l’odio

Inizi di dialogo e un appello contro l’odio


Nel corso della diretta RVS del 10 novembre 2023, Severino Saccardi, direttore della rivista Testimonianze, commenta alcuni temi presenti sui giornali di oggi  insieme a Claudio Coppini 

Temi trattati: il conflitto a Gaza e le svastiche a Roma; l’appello contro l’odio di Liliana Segre; i valori dell’Occidente, le sue colpe e le sue responsabilità.

 

Come rispondere alle sfide dei tempi

Come rispondere alle sfide dei tempi


Continuano le conversazioni con la redazione del settimanale Riforma, organo ufficiale delle Chiese evangeliche battiste, metodiste e valdesi. Oggi vi proponiamo un’intervista a Sara Tourn, della redazione di Riforma. 

Tra i temi affriontati: il difficile equilibrio delle Chiese tra condanna dei crimini e solidarietà per i  diritti calpestati, verso due popoli – quello israeliano e quello palestinese – che devono imparare a convivere; una riflessione sul recente convegno sull’ecclesiologia battista tenutosi a Ciampino.

“Sfogliando il giornale” con Lucia Cuocci: nè con il governo d’Israele nè con Hamas

“Sfogliando il giornale” con Lucia Cuocci: nè con il governo d’Israele nè con Hamas


In questa intervista tratta dalla diretta RVS del 17 maggio 2021, ascoltiamo la giornalista Lucia Cuocci, responsabile dell'associazione cultura "Fuori dai Paraggi". Lucia ha varie volte visitato Gaza, riportando l'impressione di una grande povertà, ma anche di sconcertanti differenze sociali. D'altra parte anche  Israele, con la sua politica unilaterale degli insediamenti, risente di preoccupazioni di politica interna. Non mancano – sia tra i palestinesi che tra gli ebrei – gruppi di pressione che mirano a una politica più aperta all'opzione del dialogo piuttosto che al confronto militare.

La trasmissione dedicata all'attualità su RVS – condotta da Claudio Coppini e Roberto Vacca – la potete ascoltare ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 10.

Conflitto Israele-Palestina, intervista a Chiara Cruciati da Gerusalemme

Conflitto Israele-Palestina, intervista a Chiara Cruciati da Gerusalemme


In questa puntata di Riflettiamo Insieme il pastore avventista Davide Mozzato ha intervistato la giornalista Chiara Cruciati, caporedattore della redazione di Nena News (Agenzia Stampa Vicino Oriente), in collegamento da Gerusalemme.

Chiara Cruciati ha inquadrato il tesissimo contesto in cui convivono palestinesi e israeliani, aiutandoci a meglio comprendere per quale motivo la decisione degli Stati Uniti di trasferire l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme, diventando il primo stato a riconoscere quest’ultima come capitale d’Israele e violando di conseguenza il diritto internazionale, ha generato ulteriori tensioni in un territorio già martoriato da continui conflitti.

Sfogliando il giornale: la crisi israeliano-palestinese tra Donald Trump e gli scontri a Gaza

Sfogliando il giornale: la crisi israeliano-palestinese tra Donald Trump e gli scontri a Gaza


In questo numero di Sfogliando il giornale ci si concentra sulla stretta attualità, parlando della crisi israeliano-palestinese, ulteriormente incendiata dalla decisione del presidente USA Donald Trump di spostare l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme. Le prevedibili conseguenze di tale discutibile operazione sono state sulle prime pagine di tutti i giornali: alle manifestazioni dei palestinesi a Gaza l’esercito israeliano ha risposto con il fuoco, causando la morte di circa sessanta persone.

Ci si domanda quale sarà il percorso a questo punto del tormentato rapporto tra israeliani e palestinesi. Lo facciamo insieme alla giornalista Lucia Cuocci, di ritorno da un viaggio in Israele per un servizio per la televisione svizzera italiana.

Pin It on Pinterest