Pietro e il senso di colpa che diventa forza

Pietro e il senso di colpa che diventa forza


Il pastore Nicolò D’Elia, cappellano dell’Istituto Avventista, ci invita a riflettere su un episodio che ci racconta il Vangelo di Luca. Pietro, come predetto da Gesù, rinnega il Messia tre volte. Possiamo solo immaginare il senso di colpa di questo discepolo, che si era mostrato solo poco prima così sicuro della sua fede. Riesce però a trasformare questo stato emotivo in qualcosa di buono, per se stesso e per la missione.

Intervista a cura di Alessia Calvagno.

Atti degli Apostoli, una lezione per Pietro

Atti degli Apostoli, una lezione per Pietro


Il libro degli Atti degli Apostoli, al capitolo 10, ci parla di una visione che ebbe Pietro: «Vide il cielo aperto, e un oggetto che scendeva simile a una grande tovaglia calata a terra per i quattro angoli. In essa c’era ogni sorta di quadrupedi, rettili della terra e uccelli del cielo. E una voce gli disse: “Alzati, Pietro; ammazza e mangia”. Ma Pietro rispose: “Assolutamente no, Signore, perché io non ho mai mangiato nulla di impuro e di contaminato”. E la voce parlò una seconda volta: “Le cose che Dio ha purificate, non farle tu impure”» (vv. 11-15). Cosa voleva comunicargli il Signore? E cosa ci insegna ancora oggi questo episodio? Alessia Calvagno ne ha parlato con la pastora avventista Silvia Vadi, responsabile dei  corsi biblici Voce della Speranza.

La vera grazia

La vera grazia


Il pastore avventista Mihai Bumbar ci invita a riflettere sul testo di 1 Pietro 5,12: “Vi ho scritto queste poche righe con l’aiuto di Silvano, nostro fratello fedele. Con questa lettera spero d’avervi incoraggiato, perché in ciò che vi ho detto c’è la vera grazia di Dio. Rimanete ben saldi in essa!”. Cosa si intende con “vera grazia di Dio”? Come riceverla? E come rimanere in essa?

Intervista a cura di Alessia Calvagno

Gocce di speranza: educare i bambini al perdono (seconda parte)

Gocce di speranza: educare i bambini al perdono (seconda parte)


Oltre al tappetino del perdono laico esiste il tappetino del perdono del Vangelo inaugurato da Gesù durante la sua vita sulla terra, ce ne ha parlato la dottoressa Alfia Milazzo della Fondazione La Città Invisibile.

Mettere via le cose da bambini (seconda parte)

Mettere via le cose da bambini (seconda parte)


Quando i ricordi traumatici, legati alla nostra infanzia o alla vita adulta, molestano e condizionano il nostro essere adulti è utile entrare in quei ricordi in preghiera, affinché possa avvenire una bonifica, una guarigione.

Il pastore e consulente David Seamands nel suo libro ci racconta alcune esperienze in merito.

Appuntamento con Dio – Niente paura (terza parte)

Appuntamento con Dio – Niente paura (terza parte)


Mario Calvagno commenta il testo di 1 Pietro 3:18-22

Nella nostra società più o meno tutti vivono sotto l’assillo di piccole o grandi paure. Ce ne sono oltre quattrocento tipi. Esiste anche la paura di avere paura. Ma con Gesù tutto questo può cessare. In che modo?

Appuntamento con Dio – Niente paura (seconda parte)

Appuntamento con Dio – Niente paura (seconda parte)


Mario Calvagno commenta il testo di 1 Pietro 3:8-17(14b-15a).

Questa volta le raccomandazioni di Pietro sono indirizzate a tutti i credenti. Non bisogna spaventarsi di qualunque minaccia. C’è un modo per rimanere sereni…

Appuntamento con Dio – Niente paura (prima parte)

Appuntamento con Dio – Niente paura (prima parte)


Mario Calvagno commenta il testo di 1 Pietro 3:1-7, sottolineando in maniera particolare il versetto 6 (s.p): “Voi siete diventate figlie (di Sara) facendo il bene senza lasciarvi turbare da nessuna paura”.

Pietro si rivolge alle mogli e ai mariti. Tutte e tutti loro hanno paura di non avere la capacità di soddisfare le aspettative degli altri. Ma una soluzione c’è.

Appuntamento con Dio – Sopportare e… supportare

Appuntamento con Dio – Sopportare e… supportare


Mario Calvagno commenta il testo di 1 Pietro 2:18-25 soffermandosi in maniera particolare sul versetto 21. “Infatti a questo siete stati chiamati, poiché anche Cristo ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio, perché seguiate le sue orme”.

Nell’ultima parte di questo capitolo, Pietro incoraggia i servi a sopportare i loro padroni. Il discorso si conclude su Gesù che è il più grande esempio di servizio anche per noi. Che cosa ha fatto e che cosa fa ancora?

I volti della fede – Pietro (seconda parte)

I volti della fede – Pietro (seconda parte)


André Legni, studente di teologia della Facoltà avventista, ci guida in un percorso di riscoperta di alcune figure della fede nel Vangelo secondo Giovanni. In questa puntata continuiamo a riflettere sull’esperienza di Pietro con Gesù.

Intervista a cura di Alessia Calvagno. Per ascoltare la prima parte clicca qui.

Appuntamento con Dio – Non fingete!

Appuntamento con Dio – Non fingete!


Mario Calvagno commenta il testo di 1 Pietro 1:23. “Perché siete stati rigenerati non da seme corruttibile, ma incorruttibile, cioè mediante la parola vivente e permanente di Dio”.

È inutile fingere di essere buoni, Pietro ne sa qualcosa vista la sua vita precedente alla conversione. Ma come si può cambiare, se tutto è improntato alla falsità?

I volti della fede – Pietro (prima parte)

I volti della fede – Pietro (prima parte)


André Legni, studente di teologia della Facoltà avventista, ci guida in un percorso di riscoperta di alcune figure della fede nel Vangelo secondo Giovanni. In questa puntata riflettiamo sui primi passi dell’esperienza di Pietro con Gesù.

Intervista a cura di Alessia Calvagno.

Pin It on Pinterest