Paola Visigalli – Sabato 8 maggio, dopo oltre sei mesi di chiusura dovuta al Covid-19, la chiesa ha finalmente riaperto i battenti e lo ha fatto in modo del tutto speciale: con una festa battesimale e la cerimonia di consacrazione ad anziano di chiesa di Alessandro Calá, giovane pastore tirocinante del distretto.

Il past. Robert Iosub, direttore del Campo Nord, ha tenuto il sermone in cui ci ha ricordato la fede di Bartimeo. Poi, abbiamo avuto la gioia, dopo tanto tempo, di veder scendere nelle acque battesimali tre catecumeni: storie diverse, provenienze diverse, ma la stessa gioia dipinta sul viso nell’accettare Gesù come personale Salvatore.

Soranyi Cabral Brito, 37 anni, originaria di Santo Domingo, ha visto la data del suo battesimo posticipata più volte a causa del Covid. 
Edwin Kener Rodriguez Graus, 42 anni, peruviano, ha dato una testimonianza toccante di come il Signore lo ha aiutato a superare recenti vicissitudini familiari e personali veramente drammatiche. 
Elena Ardissone, 44 anni, mamma di tre splendidi Tizzoni e collaboratrice storica di Reach, ha conosciuto il Signore attraverso la testimonianza di suo marito Federico, cresciuto nella chiesa.

Mentre i primi due catecumeni sono stati battezzati dal past. Samuele Barletta, Elena è stata immersa nelle acque dal past. Alessandro Calá che, con emozione, ha officiato il suo primo battesimo.

La comunità ha accolto con grande gioia e affetto i nuovi fratelli.

[Foto pervenute dalla comunità in oggetto]

 

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti