Notizie Avventiste – Norme osservate subito alla lettera hanno evitato l’ingresso del coronavirus nella casa di riposo “Casa Mia” di Forlì. Ora il direttore, Fabian Nikolaus, raccoglie i frutti e condivide il messaggio della famiglia di un ospite, che ringrazia per come è stata gestita l’emergenza Covid-19 nella struttura.

“Desidero esprimervi, anche a nome di tutta la mia famiglia, un ringraziamento per quanto avete fatto per salvaguardare la salute dei vostri ospiti in un momento così complicato e pericoloso per la loro salute” scrive il familiare “A tutti voi, dalla direzione agli operatori, ai volontari, i nostri complimenti per il modo in cui avete saputo gestire l’emergenza fin da subito, dall’insorgere dell’epidemia, nel momento più difficile e pericoloso, prima ancora del lockdown imposto dal governo, quando tutto era ancora lasciato al buon senso individuale e collettivo”.

“Proprio in quel frangente” continua “vi siete distinti per professionalità, intuizione, capacità organizzativa e anche fermezza nell’impedire fin da subito gli accessi liberi dei parenti e di tutti coloro che dovevano entrare in contatto con i nostri cari per le svariate esigenze assistenziali. Così facendo, li avete salvati e i fatti di cronaca lo dimostrano”.

Case di riposo e Rsa sono stati nel mirino della sanità perché diverse strutture hanno sviluppato focolai d’infezione con conseguente decesso di tante persone anziane, una delle fasce più fragili nella pandemia. Grazie alle rigorose misure di prevenzione adottate subito, “Casa Mia”, istituzione gestita dalla Chiesa cristiana avventista, ha chiuso le porte al coronavirus e non vi è stato nessun contagio (come abbiamo informato da queste pagine lo scorso 9 aprile).

“Rinnovo quindi un caloroso ringraziamento da parte mia e di tutta la mia famiglia per quanto avete fatto” conclude il messaggio inviato al direttore “sicuri che continuerete a fronteggiare questa emergenza nel migliore modo possibile”.

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti