Gigi Proietti è venuto a mancare per gravi problemi cardiaci dopo essere stato ricoverato in terapia intensiva in una clinica romana.

Il “Mandrake” del celeberrimo film “Febbre da cavallo”, il maresciallo Rocca, il mattatore di centinaia di spettacoli teatrali è morto il 2 novembre, giorno del suo ottantesimo compleanno. Amato dalla famiglia, dal pubblico, dai colleghi, dagli allievi della sua Accademia teatrale, insieme al dolore per la sua morte lascia anche il bel ricordo dell’ironia e della gioia che sapeva trasmettere agli altri con i suoi spettacoli e con la sua personalità.

 

Anche per questo motivo, nell'intervista di Mario Calvagno, il pastore avventista Daniele Benini ha voluto associare a questa notizia un brano biblico come quello di Neemia 8,10-12: “Poi Neemia disse loro: «Andate, mangiate carni grasse e bevete vini dolci e mandate porzioni a quelli che nulla hanno di preparato, perché questo giorno è consacrato al Signore nostro; non vi rattristate, perché la gioia del Signore è la vostra forza». I leviti calmavano tutto il popolo dicendo: «Tacete, perché questo giorno è santo; non vi rattristate!». Tutto il popolo andò a mangiare, a bere, a mandare porzioni e a esultare con grande gioia, perché avevano compreso le parole che erano state loro proclamate”.

Importante, per ciascuno di noi, è prendere la vita con l'opportuna leggerezza.

Produttore

Condividi

Articoli recenti