E’ una scienziata. Ha inventato una serie di nuove applicazioni tecnologiche come un dispositivo per individuare il tasso di inquinamento nell'acqua potabile e una app per verificare atti di cyberbullismo. Ha 15 anni, la sua foto campeggia sulla copertina del “Time” perché è stata eletta “Ragazza dell’anno” 2020. E’ americana di origine indiana; si chiama Gitanjali Rao e si sente pronta a fare da esempio per altri giovani per “risolvere i problemi del mondo”.

Anche la Bibbia ci parla di giovani e delle loro idee nuove per cambiare il vecchio andazzo: “I discorsi di Davide, intanto, si erano diffusi nell'accampamento e giunsero alle orecchie di Saul. Subito egli fece chiamare Davide, il quale disse al re: – Non perdiamoci d'animo per quell'uomo. Andrò io a combattere contro quel Filisteo. Ma Saul gli rispose: – Tu non sei in grado di combattere contro quel Filisteo: sei ancora un ragazzo, mentre lui è un guerriero di lunga esperienza. […] Davide si legò ai fianchi la spada e provò a camminare, ma non ci riusciva perché non era abituato. Allora disse a Saul: – Così non riesco a camminare: non sono abituato. E si tolse tutto. Prese il suo bastone e si scelse dal torrente cinque pietre ben levigate, le mise dentro la tasca della sua sacca da pastore, poi, con la fionda in mano, si diresse verso il Filisteo” (1 Samuele 17:31-33,39-40).

Intervista di Mario Calvagno al pastore avventista Daniele Benini.

Produttore

Condividi

Articoli recenti