Mario Calvagno, speaker RVS, commenta il Vangelo di Marco 9:42-50: “[…] Se l'occhio tuo ti fa cadere in peccato, cavalo; meglio è per te entrare con un occhio solo nel regno di Dio, che avere due occhi ed essere gettato nella geenna […]”.

Si dice “prevenire è meglio che curare”. In che modo possiamo sfuggire ai nostri errori e ai nostri difetti alla luce di questo testo?

Condividi