Un percorso di fede e di testimonianza.

Franco Evangelisti/Notizie Avventiste – Il taglio del nastro alla presenza delle autorità cittadine e religiose di Cremona ha inaugurato la Bibbia Expo, sabato 11 novembre, nei locali della chiesa avventista di via Ghinaglia 138/A.

Per l’occasione sono intervenuti monsignor Antonio Napolioni, vescovo della diocesi di Cremona; la prof.ssa Franca Zucchetti, presidente della Commissione cultura del Comune e delegata nella rappresentanza dell’amministrazione comunale; Andrea Rosa, presidente del Consiglio delle chiese valdesi e metodiste di Cremona e Piacenza; Don Federico Celini, delegato per il dialogo interreligioso della Diocesi; Don Stefano, Don Felice, Don Ettore, parroci locali; e alcuni giornalisti del quotidiano La Provincia.

È stata un’esperienza di testimonianza che ha coinvolto tutta la comunità locale e le comunità avventiste presenti nel territorio. Bibbia Expo è stata aperta ai visitatori tutti i giorni, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00, fino a domenica 19 novembre. Alla fine di questo meraviglioso percorso di fede e di testimonianza comunitario, abbiamo ringraziato il Signore per le bellissime esperienze vissute con i visitatori intervenuti.

Numeri e commenti 
Sono 171 in totale le presenze registrate, così suddivise: 9 autorità intervenute; 70 visitatori esterni; 50 membri della chiesa avventista di Cremona; 42 membri delle comunità avventiste vicine (Parma, Mantova, Sesto San Giovanni). Importante è stato il contributo dei 12 volontari che hanno collaborato nel percorso settimanale.

Abbiamo vissuto in maniera intensa questa esperienza, resa visibile in tutta la città dai mezzi di comunicazione locali. E rendiamo lode al Signore.

Il dott. Rinaldo Lampugnani, endocrinologo e direttore di un poliambulatorio, ci ha lasciato questa dedica: “La conoscenza della storia avvicina credenti e non credenti, e unisce le religioni nel generare il pensiero giusto di un mondo migliore”.

Stefano Seghezzi, professore di italiano, storia e geografia, ha accompagnato gli studenti della terza media della scuola privata “Sacra Famiglia” per visitare la mostra, e ci ha lasciato questa testimonianza: “Grazie per la passione con cui raccontate quello che ha colpito così tanto la vostra vita e per la gentilezza con cui ci avete accolto”.

Nei primi mesi del nuovo anno, l’esperienza della Bibbia Expo sarà vissuta nelle altre due chiese avventiste del distretto, Parma e Mantova.

Sono vere le parole del salmista: “La tua parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio sentiero” (Sl 119:105). Più che mai il mondo ha bisogno di conoscere la Parola e il Dio della Parola.

La mostra 
La Bibbia Expo è una mostra itinerante realizzata dall’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno, in collaborazione con la Società biblica in Italia. Offre un percorso culturale e didattico coinvolgente e affascinante. Espone esemplari preziosi, dal grande valore storico, delle Sacre Scritture, e versioni moderne in più di 50 lingue diverse. Inoltre, i visitatori possono curiosare tra i modelli in scala del tabernacolo di Mosé, del tempio di Salomone, dell’arca di Noè; vedere l’arca del patto e il sommo sacerdote vestito con il caratteristico pettorale; sostare davanti alla statua di Daniele 2 a grandezza naturale; leggere i rotoli della legge; sfogliare le diverse versioni della Scrittura in varie lingue; e tanto altro ancora. È una vera immersione nei racconti delle Scritture.

La Bibbia Expo è stata inaugurata nel 2017, in occasione dei 500 anni della Riforma protestante ad opera di Martin Lutero. Fu proprio il riformatore europeo a tradurre la Bibbia dai testi originali in ebraico e greco al tedesco, la lingua corrente a quei tempi nel Paese. La sua opera è considerata fondamentale nello sviluppo della moderna lingua tedesca. Inoltre, la Bibbia è stato il primo libro intero stampato da Gutenberg, inventore della tecnica a caratteri mobili.

[Foto pervenute dalla comunità in oggetto]

Condividi