HopeMedia Italia – Il past. Lemack Barishinga, fedele servitore di Dio nella Chiesa avventista, è stato rilasciato dalla prigione centrale di Bujumbura, in Burundi, lo scorso 10 febbraio, dopo circa 16 mesi di detenzione. Era stato arrestato il 24 ottobre 2019 e imprigionato per la sua fede. Da allora, la Chiesa avventista mondiale aveva chiesto di pregare per lui e per l'intera comunità di fede in Burundi.

La Chiesa avventista in Africa centro-orientale è grata a Dio per la liberazione del pastore, ringrazia il governo e tutti coloro che hanno pregato per rendere possibile questo giorno di festa.

“Vorrei che ringraziassimo Dio per aver protetto il suo servitore e risposto alle nostre preghiere” ha affermato Blasious Ruguri, presidente della Chiesa in Africa centro-orientale “Desidero anche riconoscere l’impegno sul posto e in tutto il mondo, e di quanti si sono uniti a noi in questo percorso di preghiera”.

In attesa di ulteriori benedizioni nella missione, Ruguri ha esortato le chiese del Burundi a fare di Filippesi 1:6 il loro motto: "E ho questa fiducia: che colui che ha cominciato in voi un’opera buona, la condurrà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù”.

Il presidente della denominazione mondiale, Ted N.C. Wilson, ha espresso riconoscenza per il rilascio del past. Barishinga. “Siamo così grati a Dio e al governo del Burundi per la liberazione del pastore Lamec Barishinga per il quale abbiamo pregato durante molti mesi" ha dichiarato "Lodiamo il Signore per questo sviluppo positivo e verso una normalizzazione delle attività della Chiesa avventista in Burundi, in modo che il messaggio dei tre angeli possa diffondersi con maggiore potenza, in attesa del ritorno di Cristo”.

[Fonte: Adventist News Network]

 

Produttore

Condividi