Gli immigrati che vogliono integrarsi nella società italiana sono costretti ad affrontare una sorta di percorso ad ostacoli. Non c’è un divieto esplicito, ma il cosiddetto “pacchetto sicurezza”. E’ quanto afferma Franca Di Lecce nel suo articolo – “In Italia è vietato integrarsi” – pubblicato da “Riforma” (il settimanale delle chiese evangeliche battiste, metodiste e valdesi) nel numero del 21 novembre scorso. A che punto è questo disegno di legge del governo? Quali restrizioni introduce? Quanto è importante la concessione dei diritti civili agli immigrati? Mario Calvagno e Carmen Zammataro intervistano Franca Di Lecce, direttore del Servizio Rifugiati e Migranti (SRM) della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI).

Condividi

Articoli recenti