Le stelle del cuore 95: “Federico nel cuore”
2 Novembre 2015


In questo numero di “Le stelle del cuore”, Adelina e Roberto Vacca intervistano Antonella Penati, presidente dell’associazione Federico nel cuore Onlus, promotrice del convegno “Matre incipit vitae. Lo Stato protegge i suoi figli?” che si e’ svolto ad Assisi il 25 e il 26 ottobre 2015.

Come madre feci una scelta di allontanare la follia, la cattiveria, del padre dalla vita di Federico. Sono pero’ iniziati anni di soprusi, minacce, aggressioni, vero e proprio STALKING, fatto di minacce, telefonate in tutte le ore del giorno e della notte, inseguimenti in auto ( pochi giorni prima dell’uccisione mi stava buttando giu’ da un ponte, con a bordo Federico). La Legge sullo stalking era in discussione proprio in quei giorni in Parlamento. E’ diventata legge 3 giorni dopo la sua morte. Mi sono rivolta ai Carabinieri, al Tribunale dei Minori di Milano, ai Servizi sociali di San Donato pensando mi potessero aiutare. Furono proprio questi ultimi che mi imposero di fare vedere al bambino al padre ( sottovalutando la sua pericolosita’), tentai di oppormi ma fu tutto vano. Se mi fossi opposta alle visite in ambito protetto me lo avrebbero tolto, cosi’ mi dicevano ogni volta che segnalavo l’aumento del disagio paterno: “Signora cosa vuole che succeda, ci siamo qui noi, ce ne assumiamo noi la responsabilita’ di suo figlio, lei pensi a fare la madre” .

Dopo l’omicidio, mi hanno recapitato mesi dopo (a dicembre, il primo Natale senza Federico ) via posta dal comune una lettera in cui mi si diceva: “ il nostro staff non c’entra nulla. Mi definirono esagerata, ero colei che voleva ledere la figura genitoriale paterna. Persone che ricoprono responsabilita’ di servizi cosi’ tanto delicati non vedevano che l’unica verita’ era quella di un genitore pericoloso, malato instabile ed imprevedibile. Ho sempre ritenuto giusto che un bambino dovesse avere sia il padre che la madre, ma suo padre non era una persona in grado di essere una figura tutelante. L’orrore l’ha dimostrato. Avrei preferito essere esagerata, ma mio figlio in vita. Mio figlio non c’è piu’. Circa 2 anni prima, dopo lunghissime battaglie legali, ottenni che Federico incontrasse il padre in uno SPAZIO PROTETTO.

Piu’ cercavo di segnalare la gravita’ della situazione e piu’ le persone preposte alla tutela di Federico, invece di aumentare la vigilanza, la riducevano sino ad annullarla del tutto. Come puo’ un bambino essere ucciso con 8 coltellate in piena ASL. Il suo assassino e’ entrato armato con pistola e coltello da macelleria. E come mai mio figlio si e’ difeso da solo? Il padre di Federico ha avuto il tempo di sparare (colpendo solo di striscio Federico), il mio cucciolo ha tentato di scappare ma il padre ha avuto anche il tempo di inseguire Federico, raggiungerlo ed accoltellarlo piu’ volte. Le ferite alle braccia e alle mani dimostrano che Federico ha cercato di difendersi DA SOLO (ne’ il colpo di pistola, ne’ le coltellate alla schiena erano state mortali).

La sua morte è avvenuta ben 57 minuti dopo il primo colpo (dal sito http://www.federiconelcuore.com)

Antonella Penati ha avviato una petizione on line perche’ in Italia i bambini siano protetti ed abbiano giustizia, perche’ i servizi sociali in Italia NON devono essere intoccabili, perche’ non si deve morire in ambito protetto.

Immagine di Federico

Condividi su:

Notizie correlate

4
Liberi di prendere decisioni solo per il 10% del tempo

Liberi di prendere decisioni solo per il 10% del tempo

Analizzando il numero delle ore e dei minuti di una nostra giornata tipo, potremmo renderci conto di quello che conta davvero per noi. Norel Iacob - Dei circa 26-28.000 giorni (73-79 anni) che vive mediamente una persona, solo un massimo del 10% di questo tempo viene...

Valdarno. Presentazione al tempio

Valdarno. Presentazione al tempio

Giuseppina Marconi – Sabato 13 aprile, la chiesa avventista del Valdarno ha dato il benvenuto al piccolo Leandro Venuti. La cerimonia di presentazione al tempio si è svolta alla presenza di numerosi ospiti, arrivati per l'occasione, tra i quali i nonni materni giunti...

Pompei. Sabato speciale

Pompei. Sabato speciale

Imma Pernice – La visita della past. Rebecca Gaisie, in dolce attesa di Lucia insieme al marito Samuel Serpaning, nella nostra comunità avventista di Pompei, ha reso il sabato 27 aprile un giorno speciale e benedetto. Abbiamo goduto della loro presenza anche con un...

Successo del corto “Volo oltre la nebbia”

Successo del corto “Volo oltre la nebbia”

Notizie Avventiste – Il cortometraggio “Volo oltre la nebbia” ha vinto all’Heart International Italian Film Festival (Hiiff) nelle categorie “Miglior cortometraggio” e “Miglior attore protagonista”. Inoltre, è stato selezionato per concorrere al Festival del cinema di...

Giuda e la “grazia a buon mercato”

Giuda e la “grazia a buon mercato”

Avere le chiavi per non essere ingannati con un vangelo diverso è fondamentale per i cristiani. Marcos Blanco – Nel 2006, la rivista National Geographic ha sorpreso il mondo in generale, e il cristianesimo in particolare, con la pubblicazione di un video documentario...

Delibere Uicca marzo e maggio 2024

Delibere Uicca marzo e maggio 2024

  Pubblichiamo le delibere di carattere generale votate dal Comitato esecutivo dell’Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno (Uicca), riunitosi a Firenze nella sua prima seduta il 26 e 27 marzo e nella sua seconda seduta il 7 e l'8...

Valdarno. Presentazione al tempio

Bolzano. Presentazione al tempio

  Daniela Munteanu – Sabato 20 aprile, nella chiesa avventista di Bolzano, abbiamo avuto la gioia di celebrare la presentazione al tempio della piccola Ester, primogenita di Sefora Morreale e Andrea Calliari. Erano presenti parenti e amici sia dalla nostra città...

Raduno dell’Adriatico 2024 a Cervia

Raduno dell’Adriatico 2024 a Cervia

  Sara Franconi, Elisa Soranna, Sara Civerchia – Dal 5 al 7 aprile, si è tenuto a Cervia (RA) il secondo Raduno dell'Adriatico. I giovani e i Compagnon (16-21 anni) delle chiese avventiste di Bologna, Forlì, Cesena, Jesi e Ancona, guidati dai rispettivi...

Culto evangelico Rai Radio 1. Sotto terra

Culto evangelico Rai Radio 1. Sotto terra

  Domenica 26 maggio, alle 6,35 del mattino, potremo ascoltare una nuova puntata del Culto evangelico sintonizzandoci su Rai Radio 1. Angelo Reginato, pastore battista, terrà la predicazione intitolata “Sotto terra”, basata sul testo di Filippesi 2:5. Il...

5

Pin It on Pinterest