Notizie Avventiste – Secondo l’United Christian Forum (Ucf), quello appena trascorso è stato "l'anno più violento" della storia per la minoranza cristiana in India. Nel 2021, si sono verificati 486 episodi violenti di persecuzione cristiana, superando il precedente record di 328 registrato nel 2019. Attacchi ai cristiani e alle chiese sino stati segnalati durante l’intero anno, con un aumento notevole, circa 200 incidenti, nell'ultimo trimestre del 2021.

Molti esperti attribuiscono la crescita delle persecuzioni alla proliferazione del nazionalismo indù radicale nel Paese. 
"L'atmosfera di odio diffusa da azioni e discorsi di alcuni gruppi, e la falsa propaganda di mezzi di conversione fraudolenti e allettanti sembrano incoraggiare elementi antisociali" ha affermato l'Ucf in un recente comunicato stampa “Non sarebbe esagerato dire che questi incidenti sono atti ben orchestrati e pianificati da alcuni gruppi per dividere il Paese sulla base della religione”.

In quasi tutti i 486 incidenti segnalati dall'Ucf, bande di vigilanti, composte da estremisti religiosi, hanno attaccato le comunità cristiane. Nella maggior parte dei casi, le autorità locali, polizia compresa, sono rimasti spettatori passivi o partecipanti attivi alla violenza. I First Information Reports (Fir), documenti di polizia che aprono un’indagine, sono stati registrati solo in 34 dei 486 casi denunciati dall'Ucf nel 2021.

Purtroppo, il ritmo della persecuzione dei cristiani sembra aumentare anche con l'arrivo del 2022. Resta da vedere se sarà un anno violento come il 2021.

[Fonte: Aidlr francese, International Christian Concern

 

 

Produttore

Condividi

News Avventisti

Articoli recenti