Sally D’Aragona – “Il filo che ci unisce” è il nome di un progetto di Adra a Napoli, un laboratorio gratuito di cucito. L’iniziativa, partita la scorsa primavera e ripresa a ottobre dopo la pausa estiva, riunisce ogni giovedì, nella chiesa avventista della città, una decina circa di partecipanti. Diversi sono gli amici, non della chiesa, che si sono iscritti grazie alla pubblicità o al passaparola.

Tra una lezione e l’altra, tutte interessanti e divertenti – come, ad esempio, imparare a cucire l’orlo ai pantaloni, ad applicare diversi tipi di bottoni, a usare la macchina per cucire, ecc. – si condividono anche esperienze di vita, si parla di sé e si testimonia di Dio in un clima coinvolgente, amichevole, scherzoso e intimo!

Posso dire che ho già imparato molte cosine sul cucito, ma ancora di più ho trascorso del tempo con persone meravigliose; e ogni volta sono rientrata a casa allegra e con tanto entusiasmo! Nel portare avanti questo bellissimo progetto, stiamo intessendo un “filo che ci unisce”, come dice il nome dell’iniziativa, sempre più in armonia e nella fede.

[Foto pervenute dalla comunità in oggetto]

Condividi