Giusy Carbè – Il 27 gennaio, Giorno della Memoria, le pattuglie “Bussola” e “Leopardi” degli scout Esploratori (12-15 anni) dell’Aisa di Niscemi, hanno vissuto un pomeriggio in mezzo alla natura, nella piana di Gela. Hanno visitato, in contrada Cozzo Olivo, la Pietra Calendario, uno dei monumenti preistorici più importanti d’Italia, definita anche “la piccola Stonehenge”.

L’escursione si è svolta in quattro tappe in cui i ragazzi hanno alternato la parte dedicata alla riflessione spirituale con l’attività (classe progressiva) per prendere il distintivo di “Aiuto”. Il tema spirituale “Ama il prossimo come te stesso” ha portato i giovani dell’Aisa a scoprire la storia delle Aquile randagie, un gruppo scout che si oppose al fascismo e salvò molti ebrei nelle zone di Milano.

Il pomeriggio si è concluso con la visita a un bunker della Seconda guerra mondiale, sempre nello stesso sito. Gli scout hanno dipinto le loro mani con vari colori in segno di diversità e creato dei cartelli con la frase su cui hanno meditato per tutta l’escursione: Ama il prossimo come te stesso. In un mondo in cui questa frase deve essere sempre più attuale, ricordarla è un’esigenza e praticarla è uno dei nostri più grandi doveri.

[Foto: Marco Crescimone] 

Condividi