Palermo. Decesso
4 Giugno 2024

Gaia D’Elia – Dopo aver sofferto a lungo, il nostro fratello nella fede, Tommaso Failla, si è addormentato nel Signore il 9 aprile, a 82 anni, circondato dall’affetto della sua famiglia e dalla presenza discreta ma costante della chiesa che aveva amato e servito con tanta dedizione.

Tommaso Failla è stato un pilastro della comunità avventista di Palermo, sempre attivo in diversi dipartimenti. Soprattutto è stato una delle voci distintive della Radio Voce della Speranza (Rvs) locale, in un’attività pluridecennale che gli ha permesso di testimoniare l’amore di Gesù a tutta la città, anche oltre l’immaginabile.

A salutarlo in chiesa, nel giorno del suo funerale, non ci sono stati solo i membri della comunità italo-ghanese, ma anche tante persone che lo avevano conosciuto proprio tramite la radio e il suo impegno per l’ecumenismo in città. A noi non resta che dirgli un arrivederci, nell’attesa del ritorno di Gesù che cancellerà la morte e ogni dolore.

[Foto pervenuta dalla comunità in oggetto]

Condividi su:

Notizie correlate

Aisa distretto di Roma. Progetto Rescue Scout Camp

Aisa distretto di Roma. Progetto Rescue Scout Camp

Bambini e ragazzi hanno vissuto la simulazione dell’emergenza dopo un terremoto e visto come funziona la macchina dei soccorsi. Hanno preparato gli aiuti umanitari per la popolazione. Momento clou: l’arrivo di un elicottero dell’Aeronautica Militare attrezzato per la...

Jesi. Sabato del bambino

Jesi. Sabato del bambino

Sara Civerchia – Il 25 maggio scorso, nella chiesa avventista di Jesi, abbiamo organizzato il Sabato del bambino. I più giovani della nostra comunità hanno gestito interamente il servizio di culto del mattino. Nel pomeriggio abbiamo organizzato alcuni giochi tutti...

Settimana di volontariato 2024 a Casuccia Visani

Settimana di volontariato 2024 a Casuccia Visani

Petru Havresciuc – “Dio, infatti, non è ingiusto tanto da dimenticare il vostro lavoro e la carità che avete dimostrato verso il suo nome, con i servizi che avete reso e che tuttora rendete ai santi. Desideriamo soltanto che ciascuno di voi dimostri il medesimo zelo...

Sabato del rifugiato. Quando l’ambiente obbliga a spostarsi

Sabato del rifugiato. Quando l’ambiente obbliga a spostarsi

Le pressioni ambientali costringono le persone a lasciare un luogo per andare a vivere in un altro. Oggi, anche i biblici Abramo e Sara, Isacco e Rebecca, Giacobbe e la sua famiglia, e Naomi sarebbero tutti “rifugiati ambientali”. Notizie Avventiste – Il Sabato del...

Pin It on Pinterest