Nei giorni scorsi in Italia è stato definito il Testo Unificato che racchiude e coordina alcune proposte di legge precedenti e che istituisce la Commissione nazionale per la promozione e la protezione dei diritti umani fondamentali e per il contrasto alle discriminazioni”. Qual è il ruolo della Commissione identificato in questa proposta di legge e quali sono le attività che dovrà svolgere? Il nostro paese, inadempiente ad una risoluzione dell’ONU dal 1993, prende un primo impegno, fa un primo passo. Quali sono le distanze e gli ostacoli che ci separano dal traguardo finale?

Dal punto di vista cristiano quanto è importante operare nel settore dei diritti umani?

Intervista di Mario Calvagno e Carmen Zammataro a Massimo Corti, presidente di ACAT Italia (Azione dei Cristiani per l’Abolizione della Tortura).

Produttore

Condividi