Notizie Avventiste – “L'incapacità di dormire colpisce molti di noi, ma se quando andate a letto vi girate e rigirate per ore, forse è il momento di dare un'occhiata al vostro carrello della spesa”. A dirlo è lo staff del Sanitarium Health & Wellbeing in Australia, struttura della Chiesa avventista. Una ricerca mostra che la nostra dieta può avere un grande impatto su come dormiamo la notte. Un sonno riposante può dipendere dal consumo dei giusti tipi di carboidrati e grassi.

Cosa dice la scienza 
“Le persone che mangiavano più carboidrati di qualità e grassi buoni dormivano bene. I carboidrati di qualità sono frutta, verdura, legumi, noci, semi e cereali, o alimenti poco raffinati, cibi a basso contenuto di zucchero realizzati con questi ingredienti. Sono anche conosciuti come carboidrati complessi e ricchi di fibre, vitamine e minerali” sottolinea lo staff.

“Anche gli alimenti ricchi di fibre e antinfiammatori erano collegati a un sonno migliore” aggiunge “Ciò include molti alimenti vegetali come frutta, verdura, cereali integrali, legumi, noci e semi. I ricercatori hanno scoperto che le persone che seguivano diete ricche di fibre dormivano più a lungo e il loro sonno era più profondo. Invece, le persone che consumavano tanti carboidrati molto raffinati o cibi e bevande zuccherati avevano maggiori probabilità di avere un sonno di qualità complessivamente inferiore”.

Per quanto riguardava le proteine, dovevano essere assunte nella giusta quantità. “La scienza ha supportato il fatto che le diete ricche di proteine (senza essere 'ad alto contenuto proteico') erano associate a una notte di sonno migliore. Queste diete includevano all'incirca la stessa quantità di proteine raccomandate dalle nostre linee guida: 46 grammi al giorno per le donne e 56 grammi al giorno per gli uomini” dicono dal Sanatorium.

Perché la dieta influisce sulla qualità del sonno? 
A quanto pare, le diete a base vegetale aiutano l’organismo a produrre più serotonina e melatonina, due ormoni essenziali per il sonno. I ricercatori hanno anche indicato l'asse intestino-cervello, il collegamento tra l'intestino e il cervello. "Fibre e grassi buoni sono importanti per avere un microbioma intestinale sano, poiché aiutano a nutrire un'ampia varietà di batteri intestinali. La ricerca emergente ha collegato un microbioma intestinale sano con un sonno più lungo e meno disturbato. Puntare a una dieta ricca di cibi vegetali e grassi buoni, e molto povera di grassi saturi e zuccheri, è un buon punto di partenza per aiutarti a sentirti meglio e anche a dormire bene. Una dieta in stile mediterraneo è un punto di partenza ideale” sottolinea lo staff.

Qualche consiglio per una spesa più sana 
"Sostituisci il pane bianco con deliziose pagnotte ai semi e cereali. 
Prendi qualche lattina di fagioli, o con un mix di quattro fagioli. Sono sempre un pratico alimento base da tenere in dispensa per aumentare le fibre e le proteine di un pasto. 
Assicurati di fare colazione. Acquista cereali integrali o ricchi di fibre, per iniziare bene la giornata con carboidrati di qualità. 
Usa olio extra vergine d'oliva o di semi per cucinare ed evita il burro e l'olio di cocco".

[Fonte: Ann e Adventist Record]

 

 

 

 

Produttore

Condividi

Articoli recenti