“Quando le siringhe erano di vetro”, una storia vera nella Sicilia del 1939

“Quando le siringhe erano di vetro”, una storia vera nella Sicilia del 1939


Venerdì 25 settembre alle 18 si terrà la presentazione del nuovo libro del prof. Giacomo Mangiaracina, dal titolo: “Quando le siringhe erano di vetro”, presso l’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria a Roma.

Un viaggio nel tempo, nella Sicilia del ’39, che riporta alla luce fatti realmente accaduti. Le leggi razziali sono in vigore già da un anno. Ninì, crocerossina, assiste i reduci della prima Guerra e fa “gnizzioni” a domicilio.
Il racconto dà voce ai numeri ultimi, protagonisti invisibili della provincia siciliana che l’autore recupera da episodi raccontati e mai scritti, con personaggi realmente vissuti. “Quando le siringhe erano di vetro” fa rivivere l’anima di quella gente, che ha saputo amare, vivere e gioire in tempi cupi. Ed è anche un timido appassionato incontro fra Cristianesimo ed Ebraismo.

Mario Calvagno e Carmen Zammataro ne hanno parlato con il prof. Giacomo Mangiaracina, medico, specialista in Salute Pubblica, presidente dell’Agenzia Nazionale per la Prevenzione.

Per Non Dimenticare- Intervista a Susanna Cassuto Evron 25 gennaio 2019

Per Non Dimenticare- Intervista a Susanna Cassuto Evron 25 gennaio 2019


Intervista alla professoressa Susanna Cassuto Evron figlia del rabbino capo di Firenze Nathan Cassuto.
In questa intervista riemergono i ricordi di una bambina che al tempo delle leggi razziali aveva circa 7 anni, una bambina che non osava chiedere cosa stesse succedendo e che solo molto tempo dopo seppe dell’impegno del padre aiutato dal Cardinale Della Costa per salvare tanti ebrei provenienti da diverse parti d’Europa.

La Speranza continua – intervista a Tullio Sonnino 23-1-19

La Speranza continua – intervista a Tullio Sonnino 23-1-19


In questa puntata della rubrica “La Speranza continua oltre ogni limite” abbiamo ascoltato la testimonianza del professor Tullio Sonnino sopravvissuto alle leggi razziali; il quale ci racconta: come erano gli anni in cui in Italia entrano in vigore le leggi razziali, il dolore per la perdita del padre portato nei campi di concentramento e la forza della vita che lo ha spinto ad andare avanti e a non lasciarsi schiacciare dall’odio e dal dolore.

Pin It on Pinterest