Guardare alla teologia del futuro. Dalle spalle dei nostri giganti

Guardare alla teologia del futuro. Dalle spalle dei nostri giganti


Con il contributo di un cospicuo numero di studiose e studiosi di diverse confessioni – Marco Dal Corso, Massimo Giuliani, Vito Mancuso, Alberto Melloni, Cettina Militello, Stella Morra, Paolo Naso, Marcello Neri,  Eric Noffke, Sergio Tanzarella, Letizia Tomassone… – Marinella Perroni e Brunetto Salvarani, curatori del volume "Guardare alla teologia del futuro. Dalle spalle dei nostri giganti" (ed. Claudiana), guardano alla teologia del futuro e si confrontano con l'eredità lasciata da teologhe e teologi di diverse chiese – Kari Elisabeth Børresen, Olivier Clément, James Cone, Mary Daly, Paolo De Benedetti, James D.G. Dunn, Hans Küng,  Raimon Panikkar, Paul Ricoeur, Dorothee Sölle, Adriana Zarri… – che nella seconda metà del Novecento hanno dibattuto le istanze e favorito la recezione della stagione della teologia caratterizzata dal Concilio Vaticano II.

Roberto Vacca intervista su questo saggio uno dei due curatori, il teologo Brunetto Salvarani.

Pin It on Pinterest