Parole al vento dal Veneto – Diamo spazio agli alberi

Parole al vento dal Veneto – Diamo spazio agli alberi

Parole al vento dal Veneto, un accento particolare sulle note e le notizie note o meno che mirano dritte al cuore delle orecchie che hanno fegato.

Le notizie oggi:
Diamo spazio agli alberi 1
Diamo spazio agli alberi 2
Gli errori giudiziari e condanne mediatiche
Leggerezza
Sognare
Come un romanzo

Leadership con Paolo – Creare uno spazio condiviso

Leadership con Paolo – Creare uno spazio condiviso


Prendendo spunto dal libro “Fare squadra. Lezioni di leadership dall’apostolo Paolo” di Richard S. Ascough e Sandy Cotton, il pastore avventista tirocinante Alessandro Butera ci guida alla scoperta di diversi testi biblici che ci aiutano a comprendere le strategie di Paolo come leader. In questa puntata, in cui commentiamo alcuni versetti tratti dalla Lettera ai Filippesi, impariamo da lui a creare uno spazio condiviso.

Intervista a cura di Alessia Calvagno.

Di tutto un WEB – La NASA e le immagini dallo spazio. Il suono che si vede!

Di tutto un WEB – La NASA e le immagini dallo spazio. Il suono che si vede!


Originariamente concepito per non vedenti, il progetto della NASA trasforma in suoni onirici le splendide immagini di nebulose e corpi celesti vari…

Curiosità, scienza e cultura dalla Rete, la rubrica a cura di Mario Calvagno

Credere significa dare spazio alla speranza

Credere significa dare spazio alla speranza


In questa intervista tratta dalla diretta RVS del 06 luglio 2021, Claudio Coppini e Roberto Vacca commentano alcune notizie del giorno con il pastore avventista  Michele Abiusi.

Tra i temi toccati: la valanga siamo noi che abbiamo smesso di pensare al futuro; quando l'amore salva la vita

 

Generazioni a confronto (10) – Momenti insieme, ancora?

Generazioni a confronto (10) – Momenti insieme, ancora?


Esistono differenze tra i tempi da dedicare ai bambini e quelli da dedicare agli adolescenti o post-adolescenti. A quest’ultimi è necessario dare più spazio e allo stesso tempo affidare responsabilità. Ma nel fare questo si possono correre dei rischi. Come allora si può accompagnare e anche soddisfare il loro bisogno di indipendenza?

Mario Calvagno e Carmen Zammataro intervistano Gianni Caccamo, pastore delle Comunità di Bologna, Forlì e Modena.

Gli anziani in tempi di Covid. L’aiuto dei Ministeri Terza Età dell’Italia Centro-Nord della chiesa avventista

Gli anziani in tempi di Covid. L’aiuto dei Ministeri Terza Età dell’Italia Centro-Nord della chiesa avventista


In questo tempo di pandemia gli anziani sono certamente fra le persone più fragili e bisognose di attenzioni in vari aspetti della loro dimensione umana e spirituale. Il pastore Franco Evangelisti di Guerrino, referente per la Terza età del Dipartimento Ministeri della famiglia e Terza età dell’Unione italiana delle chiese cristiane avventiste, ci ha aggiornato sulla situazione del territorio in cui lavora e sulle attività messe in campo dal Dipartimento e da ADRA Italia. In che modo si può operare a favore degli anziani in difficoltà in questo momento così particolare? Di cosa c’è più bisogno?

Quella descritta nella Bibbia è una società distante da noi nel tempo, nello spazio e negli usi e costumi, dove la persona anziana occupava un posto specifico ed era valorizzata. Oggi in diversi casi non è così. Che raffronto possiamo fare fra i tempi biblici e la realtà odierna?

Un messaggio di consolazione tratto dalla Sacra Scrittura conclude la puntata.

 

Intervista di Mario Calvagno e Carmen Zammataro

 

Foto: ID 180070571 © Olena Sakhnenko  Dreamstime.com

Siamo creativi perché figli di un Dio creativo

Siamo creativi perché figli di un Dio creativo

HopeMedia Italia – È così che la scienziata della Nasa, R. Aileen Yingst, descrive il suo coinvolgimento in numerose missioni spaziali, inclusa l'ultima, quella del “Perseverance” atterrato su Marte il 18 febbraio.

Come molti di noi, quel giorno Aileen era a casa, a guardare gli ingegneri della Nasa che, dal Jet Propulsion Laboratory in California, facevano posare il rover sul pianeta rosso, dopo sette mesi di viaggio nello spazio. Aileen fa parte del gruppo che si occupa degli strumenti Sherloc montati sul veicolo, e ha il compito di aiutare ad analizzare le fotografie della geologia marziana, alla ricerca di eventuali indizi nelle rocce o nei granelli di sabbia, che potrebbero far capire agli scienziati se il pianeta avrebbe potuto sostenere la vita.

Quando ha sentito le parole "Touchdown complete" (atterraggio completato), l’emozione è arrivata al culmine. "Ho pianto" ha ammesso Aileen "Ho lavorato su questo strumento per tanti anni e per tutto quel tempo era rimasto nella mia immaginazione".

Cresciuta nel Michigan, è stata sempre attratta dal "secondo libro" di Dio: la natura. Quando da bambina giocava con la sabbia, osservava i granelli e si chiedeva come si fossero formati. Negli anni ha conservato la sua curiosità grazie all’incoraggiamento degli insegnati della scuola elementare avventista “Village” e della Andrews Academy, come la signora Hunt e il signor Baker che l'hanno spinta ad eccellere. Ha frequentato università prestigiose, Dartmouth e Brown, e poi la carriera nelle missioni spaziali.

Dio ha aperto le porte 
Se ha avuto successo, lo deve solo al fatto che Dio l’ha aiutata e ha aperto quelle porte apparentemente impossibili. Pur essendo una donna di fede, ora è una scienziata “senior” presso la Planetary Science Institute, una società senza scopo di lucro, e ha buoni rapporti con i colleghi atei e cristiani.

“La mia gioia è quando qualcuno viene da me e dice: 'Aileen, so che sei una persona di fede, lo sai che io non credo, ma ho bisogno di parlare con qualcuno’; oppure: 'Aileen, io ti conosco, sei una persona di fede, possiamo pregare insieme?'”.

Dio della creazione 
Ora che il rover è su Marte e cominciano ad arrivare le informazioni dal pianeta distante oltre 384 milioni di chilometri dalla Terra, cosa può insegnare questa esplorazione ai non credenti sul nostro grande Dio dell'universo?

“C'è qualcosa nella mia attività che mi ricorda costantemente che tutto inizia da Dio” ha spiegato Aileen “Dio crea. Siamo creativi perché figli di un Dio creativo. Gli esempi che vediamo sono ombre, e abbiamo la tendenza a guardarle e a presumere che siano la realtà, ma non lo sono. Noi siamo le ombre e Dio è la realtà, e rivolgendo costantemente la mia attenzione all'esterno, mi ricordo cosa significa adorare un Dio fantastico".

[Foto e fonte: Adventist Review

 

 

Ti Racconto una Storia 58 (Uomini sulla luna)

Ti Racconto una Storia 58 (Uomini sulla luna)


Ti racconto una storia 58: (Uomini sulla luna) (20.07.2019) Registrazioni dal vivo della storia dedicata ai bambini durante il sermone sabatico della chiesa cristiana avventista del settimo giorno di Forlì.
La storia di oggi c’è la racconta Luisa Lapolla, non è una favola ma il ricordo di due eventi importanti: il primo viaggio dell’uomo sulla luna ma ancor di più, la meraviglia del quarto giorno della creazione.

Il testo biblico scelto è quello di genesi 1:14

Pin It on Pinterest