E’ noto da tempo che l’ambiente di lavoro, l’illuminazione e i colori hanno un ruolo rilevante nel benessere o malessere dei lavoratori. Una ricerca canadese, pubblicata in questi giorni, ne dà ulteriore conferma. A quali applicazioni può portare questa consapevolezza? Ci sono dei casi in cui “giocare” con colori e illuminazione può essere particolarmente utile? Secondo quali meccanismi questi fattori influenzano l’uomo? Sono validi in tutti i casi? Mario Calvagno, redattore di RVS, intervista il dott. Ciro Aurigemma, psicologo.

Produttore

Condividi