In questi giorni le balene sono finite sul banco degli imputati. Secondo i paesi cacciatori sarebbe infatti colpa di questi cetacei se i pesci scarseggiano nei mari del mondo. Ma è davvero così? Cosa ne pensa Greenpeace? Quante sono oggi le balene superstiti? Due attivisti dell’associazione sono stati arrestati in Giappone. Lo scorso 15 maggio in una conferenza stampa hanno rilasciato rivelazioni scottanti suffragate da prove. Di cosa si tratta esattamente? Mario Calvagno intervista Alessandro Giannì, responsabile Campagna Mare di Greenpeace Italia.

Condividi